Il Mighty Mouse Wireless


In questo luglio 2006 agli sgoccioli, si è consumato un cambio di rotta storico nel mondo Mac.
E' infatti sparito dai listini l'ultimo mouse monotasto (il Wireless Mouse) sostituito dal Mighty Mouse Wireless.
Una filosofia che Apple ha portato avanti per 20 anni ha lasciato definitivamente spazio al pensiero multitasto di windowsiana concezione.
Apple ha quindi ceduto all'omologazione? Direi proprio di no, dal momento che con il Mighty Mouse (wireless e USB) ha tracciato una nuova strada che, vedrete, a breve verrà seguita anche dagli altri produttori.

Ma vediamolo da vicino, questo Mighty Mouse Wireless.

Della confezione c'è poco da dire, è il solito packaging Apple, ben curato e razionale. All'interno troviamo il mouse vero e proprio, una coppia di batterie (le Energizer Lithium, il top delle non ricaricabili), manuale e CD di installazione.


Esteticamente, il Mighty Mouse Wireless è identico al fratello USB ad eccezione, ovviamente, del cavo.
La parte inferiore, invece, mostra la prima differenza sostanziale. Coperto dal flip di plastica che regola anche l'accensione e lo spegnimento (come sul vecchio Mouse Wireless), non troviamo più il sensore ottico, ma un moderno puntatore laser, che dovrebbe garantire precisione e possibilità di funzionamente su tutte le superfici.
I comandi disponibili sono gli stessi del Mighty Mouse: click destro, click sinistro, click centrale, scroll a 360°, click laterale.
I click destro e sinistro e centrale sono alternativi, se ne può utilizzare uno alla volta; se si tenta un click multiplo non accade nulla. Il click laterale è invece utilizzabile in combinazione con gli altri, per esempio per trascinare un file in una finestra, selezionandola con Exposè.
Come sempre, i pulsanti sono ampiamente configurabili, per venire incontro alle esigenze di tutti. Modificabili sono anche le velocità di spostamento, scorrimento e doppio click.


Una volta installato il CD con i driver, si procede all'associazione del mouse con il Mac. Ciò avviene, come per tutti i dispositivi bluetooth, attraverso l'applicazione Impostazione Assistita Bluetooth. La procedura è semplice e veloce, rendendo il tempo che intercorre tra l'apertura della scatola e l'utilizzo del mouse davvero molto breve.

Il consumo di batterie appare ragionevole, decisamente inferiore del vecchio Mouse Wireless. Utile la possbilità di usare il Mighty Mouse Wireless con solo una batteria installata.

Il puntamento è rapido e preciso, non ci sono più i fastidiosi tempi morti di reazione dei vecchi mouse bluetooth.

Per avere un parametro semi-oggettivo sulla precisione, ho fatto un piccolo test comparativo.
La prova consisteva in una serie di azioni di precisione da compiere, minore il tempo necessario, maggiore la precisione.
Le azioni sono state rispettivamente: selezionare una finestra TextEdit ridotta nel dock, evidenziare una parola nel testo, copiarla, incollarla in fondo al testo.
Il mouse monotasto Apple USB, ha ottenuto il risultato peggiore, principalmente a causa della necessita di tenere premuto il tasto Ctrl per far apparire il menu contestuale. Circa a parimerito, il Mighty Mouse Wireless e il Logitech MX1000 Laser, punto di riferimento per i mouse senza fili.

A questo punto, ecco una sorpresa che sarà molto gradita a chi usa sul proprio Mac anche Windows tramite BootCamp.
Apple dichiara esplicitamente che il Mighty Mouse Wireless non funziona con Windows.
Ebbene, invece funziona eccome!


Basta procedere all'accoppiamento tramite il Pannello di Controllo Bluetooth, e il Mighty Mouse Wireless è pronto a funzionare anche con l'OS di Redmond. Sono possibili i click destro sinistro e centrale, lo scroll verticale. Non funzionano solamente scroll laterale e tasto laterale.

Infine una nota sul prezzo.
69€ non sono pochi, questo è certo, ma il controvalore del prodotto è proporzionato. In più, là fuori è molto difficile trovare un altro mouse con le stesse caratteristiche. Esistono per esempio mouse laser ma non bluetooth, esistono mouse bluetooth ma non con scroll a 360°, eccetera.
Piccolo valore aggiunto rispetto a buona parte della concorrenza è il design perfettamente simmetrico, che permette pari opportunità di utilizzo anche per i mancini.

Mi chiedete che voto darei al Mighty Mouse Wireless?
Un buon 8 mi pare meritato.

  • shares
  • +1
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: