Akamai: Safari è il browser mobile più usato nel Q3 2012

akamai-q3-2012-safari-mobile+wifi

Stando al consueto "Report sullo stato di Internet" relativo al Q3 2012 di Akamai, la nota piattaforma per la distribuzione di contenuti via Internet, a Safari su iOS si deve il 60% di tutta la navigazione WiFi e cellulare tra i network della società; Android, però, lo batte sul terreno della connessione in mobilità pura.

Durante il terzo trimestre del 2012, il browser incastonato in Android ha generato molto più traffico su reti mobili rispetto all'omologo Apple, anch'esso basato su Webkit. Tuttavia, basta snocciolare un po' i dati per rendersi conto della loro complessità: nonostante una diffusione minore in termini assoluti, chi possiede un dispositivo iOS di solito lo utilizza molto di più. Se infatti aggreghiamo il web-surfing via rete cellulare e quello via WiFi, scopriamo che Safari batte tutti con circa il 60% di market share.

La classifica su rete mobile è quindi così composta: Android 37,6% delle richieste, seguito a breve distanza da Safari col 35,7%; poi, a debita distanza, troviamo Opera Mini col 20%, RIM BlackBerry col 4,2% e Mobile Explorer di Microsoft con un invisibile 1,5%. La classifica su rete mobile + WiFi, invece, è ben diversa: Safari col 60,1% di richieste, seguito da Android col 21,1%, Mobile Explorer col 9,3% e Opera mini lievemente al di sotto del 5%. In totale, il traffico aggregato prodotto da Safari, Android e Mobile Explorer sull'intera rete Akamai è stabilmente fisso al 5%.

akamai-q3-2012-safari-mobile

Ovviamente, si tratta di uno studio statistico limitato al network Akamai e ai siti ad esso affiliati. Poiché tuttavia si tratta solitamente si servizi e società di altissimo livello e per lo più localizzate negli USA, si può ragionevolmente stabilire che: a) possiede un notevole grado di validità e b) descrive molto da vicino la situazione statunitense.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: