Apple boccia le app col supporto a Dropbox


Molte app col supporto all'SDK Dropbox stanno ricevendo sonore bocciature su App Store a causa delle opzioni premium di abbonamento esterne ai meccanismi di ripartizione dei guadagni previsti dalle linee guida di Cupertino. Il provider dello storage On the Cloud sta lavorando gomito a gomito con Apple per risolvere definitivamente la questione.

Stando alle lamentele elencate sul forum del supporto Dropbox, il problema consisterebbe nella presenza -all'interno delle app- di collegamenti esterni per l'acquisto di ulteriore spazio Web. Ciò viola una delle regole più importanti e controverse dell'App Store, che recita:

Saranno rifiutate tutte le app che mostrano meccanismi di collegamento esterno per l'acquisto o l'abbonamento di funzionalità da usare nelle app stesse, come ad esempio un pulsante "acquista" che porti poi ad un sito per l'acquisto di un libro digitale.

Ciò consente ad Apple di semplificare la vita agli utenti -una iscrizione ad iTunes Store fà accedere a tutti i servizi- e, già che c'è, di tenere per sé il 30% di commissioni sulle transazioni. La risposta di Dropbox, coi suoi 50 milioni di utenti su 250 milioni di dispositivi da tutelare, è arrivata poco fa:

Apple sta bocciando le app che si avvalgono del SDK Dropbox poiché consente di creare account. Stiamo lavorando con Apple per giungere ad una soluzione che fornisca un'esperienza utente elegante.

In altre parole, per il momento gli sviluppatori dovranno limitarsi a suggerire la creazione d'un account Dropbox senza però poter fornire il form direttamente all'interno dell'app; e così, quanti non ne possiedono uno si vedranno costretti ad aprire Safari e a cercare informazioni sulle modalità d'iscrizione. Niente di impossibile, per carità, ma decisamente poco elegante.

  • shares
  • +1
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: