Apple interessata ad Anobit, produttore di memorie flash


Secondo alcune indiscrezioni Apple sarebbe interessata all'acquisto di Anobit, una società israeliana specializzata nella produzione di memorie flash, per una cifra che si aggira tra i 400 ed i 500 milioni di dollari.

Anobit ha creato un'interessante tecnologia chiamata MSP™ (Memory Signal Processing), che individua i problemi delle celle più usurate e reagisce di conseguenza per incrementare notevolmente la durata delle memorie flash MLC, rendendole così più competitive rispetto alle più costose memorie flash SLC.

Le memorie flash costituiscono un componente fondamentale per il funzionamento della maggior parte dei dispositivi Apple e presto potrebbero rimpiazzare del tutto i tradizionali hard disk in tutta la gamma Mac. A quanto pare infatti Apple avrebbe già utilizzato la tecnologia Anobit nelle memorie flash che equipaggiano gli iPhone, gli iPad ed i MacBook Air e con questa mossa cercherebbe di assicurarsene l'esclusiva.

Un'acquisizione di questa portata sarebbe una delle più elevate mai effettuate da Apple, bisogna infatti tornare indietro fino al 1997 per trovare una cifra analoga, quando Apple acquisì per 404 milioni di dollari la NeXT con il rientro di Steve Jobs alle redini dell'azienda.

[via macrumors]

  • shares
  • Mail