iPodRip cambia nome in iRip su “consiglio” di Steve Jobs

Non deve essere stata una giornata serena quella in cui John Devor, CEO di The Little App Factory, si è visto recapitare una lettera dai legali di Apple. La missiva intimava in sostanza di cambiare nome all’applicazione più conosciuta della “piccola” software house: iPodRip, distribuita in milioni di copie a partire dal 2003.Il problema era


Non deve essere stata una giornata serena quella in cui John Devor, CEO di The Little App Factory, si è visto recapitare una lettera dai legali di Apple. La missiva intimava in sostanza di cambiare nome all’applicazione più conosciuta della “piccola” software house: iPodRip, distribuita in milioni di copie a partire dal 2003.

Il problema era chiaramente la presenza di un marchio registrato da Apple all’interno del nome di un’applicazione commerciale. iPodRip è un software di backup del contenuto musicale di iPod e iPhone. Devor, con coraggio e umiltà, ha scritto allora una mail diretta a Steve Jobs, spiegandogli come le sorti della sua applicazione, costatagli molta fatica e anche la decisione di lasciare gli studi per dedicarcisi full-time, dipendessero almeno in parte da quel nome, così chiaramente legato alla sua funzione dalle due parole di cui è composto. La risposta di Jobs (e già è stata una fortuna che ce ne sia stata una e diretta) non ha lasciato dubbi sul da farsi:

“Cambia il nome dell’applicazione. Non è poi così importante”

Le misure da parte di Devor sono state immediate: l’applicazione ha prontamente cambiato nome in iRip e il dominio dedicato ad essa (ipodrip.com) rimanda correttamente alla nuova pagina del sito di The Little App Factory con la descrizione di iRip. Per sfortuna di Devor, il dominio irip.com risulta già registrato e sarà necessario, nel caso, acquistarlo.

Ti potrebbe interessare