iOS 7: AirDrop per il file-sharing wireless?

Si torna a parlare del servizio AirDrop: secondo le ultime voci di corridoio, Apple potrebbe introdurlo in iOS 7.

A distanza di diverso tempo, si torna a parlare di AirDrop. Il servizio di file-sharing via wireless di Apple potrebbe infatti essere inserito da Apple in iOS 7, secondo le ultime voci di corridoio riguardanti il nuovo sistema operativo per dispositivi mobili. In quel di Cupertino si starebbe attualmente testando la funzionalità internamente, per permettere ad AirDrop di condividere file con il Mac.

Era come dicevamo qualche mese che non si tornava a parlare di AirDrop per iOS: l'ultima volta l'abbiamo fatto circa un anno fa, riportando una delle tante voci di corridoio riguardanti iPhone 5, poi come sappiamo smentita dalla realtà. Attualmente integrato nel menu "condividi" di iOS 7, il servizio permetterebbe di passare foto e altri file da un dispositivo all'altro, attraverso pochi passaggi immediati.

AirDrop è come saprete una funzionalità già esistente nell'ecosistema Apple, anche se per ora limitato al solo mondo Mac: è infatti supportato attualmente dai modelli MacBook Pro (fine 2008 in poi), MacBook Air (fine 2010 in poi), MacBook (fine 2008 in poi), iMac (inizio 2009 in poi), Mac Mini (metà 2010 in poi) e Mac Pro (metà 2010 in poi o modelli precedenti con scheda AirPort Extreme). A differenza di iCloud, AirDrop permette di condividere file anche tra dispositivi non appartenenti alla stessa persona.

Ne sapremo di più, con ottime probabilità, in occasione dell'ormai sempre più vicina WWDC 2013.

Via | 9to5mac.com

iOS 7, design in bianco & nero e poche trasparenze


iOS-7-concept-Simply-Zesty
Aggiornamento del 24 maggio 2013.

Quelli di 9to5Mac sono riusciti a fare un altro colpaccio. Dopo le indiscrezioni -che trovate più avanti in questo stesso post- sull'integrazione di Vimeo e Flickr, ne seguono altre che fanno l'eco a quelle sul design "molto piatto" imposto da Jonathan Ive.

Secondo le fonti, iOS 7 sarà "in bianco e nero e completamente piatto." Il che implica la caduta in disgrazia dello scheumorfismo, che invece piaceva tanto a Scott Forstall, e l'epurazione delle trasparenze qua e là sull'OS.

Nei meeting con il Designer Team di iOS, alla presenza del vice presidente della Human Interface di Apple Greg Christie, Ive ha spiegato le ragioni della propria avversione alle texture fotorealistiche; a suo modo di vedere, le metafore fisiche hanno "semplicemente i giorni contati." Oltretutto, la disomogeneità che permea la grafica di iOS rischia di confondere gli utenti e complicargli la vita senza neppure una ragione valida.

Lungi dall'implementare una pletora di nuove funzionalità, quindi, Ive ha preferito ottimizzare e livellare l'esistente, creando maggiore coesione e coerenza laddove si rendeva necessario, e tralasciando tutte le feature che hanno reso l'iPhone tanto popolare.

Per esempio, nella schermata home la Barra di Stato (quella in alto, con l'orario e il gestore) perderà la trasparenza in favore d'un nero opaco. E anche la griglia squadrata per immettere il pin code subirà un pesante rimaneggiamento: sarà rimpiazzata da pulsanti neri e stondati, con testo e margini bianchi. Inoltre, la lockscreen dovrebbe aprirsi ad una maggiore interattività grazie all'implementazione dei gesture multi touch.

ios7_meteo_design_piatto

E anche il Centro Notifiche abbandonerà il look lo sfondo in tessuto per abbracciare un design in grigio/nero con scritte in bianco, così da ottenere in un colpo solo maggiore sobrietà e leggibilità. Inoltre, Apple sta testando la possibilità di inserire nuovi Widget con ulteriori funzionalità, oltre al meteo e alla Borsa. Si parla di feed di news localizzati e -udite duite!- di comandi per attivare o disattivare al volo WiFi, Modalità Aereo e Bluetooth. Deo Gratias.

Nella schermata home, invece, le icone dicono addio a spessore, effetti traslucidi e ombre; saranno piatte, omogenee, e soprattutto prive di elementi scheumorfici. La cosa sarà particolarmente evidente per le app Fotocamera e Immagini, e dal logo di Game Center sparirà il verde dei tavoli da biliardo. Le scaffalature in legno di Edicola si eclisseranno per far spazio ad una sorta di Dock stile OS X Mountain, mentre i tab di Safari saranno più minimalisti; inoltre, verrà probabilmente implementata anche su iPhone un'icona FaceTime, visto che è l'unico dispositivo dell'arsenale di Apple a non averlo. E questo ha creato moltissima confusione negli utenti. Saranno previsti inoltre wallpaper panoramici che scorreranno in armonia col movimenti di traslazione delle icone verso destra o verso sinistra. Grossomodo come su Android, solo (immaginiamo) un po' meno fastidioso per la vista.

Molte animazioni saranno rimosse, come quella del tritacarte di Passbook, e ognuna delle app di sistema sarà caratterizzata da un colore principale che la distinguerà visivamente da tutte le altre; tanto nell'icona che nell'interfaccia grafica. Si tratta in ogni caso di novità cui Apple sta ancora alacremente lavorando, e che quindi potrebbero subire cambiamenti dell'ultimo secondo. Ma l'idea generale resta.

Entrando nel dettaglio delle tempistiche di rilascio, pare che il team di sviluppo stia concentrando i propri sforzi soprattutto su iPhone; all'iPad è data una priorità inferiore. Inoltre, con iOS 7 verrà presentato probabilmente anche il nuovo hardware, cioè iPhone 5S, iPad mini di seconda generazione (forse Retina) e iPad di quinta. Fiato sospeso fino al WWDC 2013.

Con iOS 7 arriverà l'integrazione con Flickr e Vimeo


Con iOS 5 Apple ha inaugurato una profonda integrazione del suo OS mobile con Twitter, per poi aggiungere il supporto a Facebook nella Major Release successiva, con iOS 6. Ora invece, stando a quel che riportano le fonti di 9to5Mac, è il turno di Vimeo e Flickr.

Non dissimilmente da quanto avviene già oggi, iOS 7 consentirà agli utenti di configurare tali account nella sezione apposita delle Impostazioni; in pratica, basterà immettere le proprie credenziali una volta sola e il servizio permeerà ogni app di sistema o di terze parti.

Attraverso l'integrazione con Flickr, i clienti iPhone, iPad e iPod touch avranno la possibilità di condividere le foto conservate e/o scattate dai loro dispositivi direttamente su Flickr con un singolo tocco dal menu di condivisione presente in tutto il sistema. Flickr è presente nell'app a pagamento di iPhoto su App Store e anche in OS X Mountain Lion sin dal 2012, ma iOS 7 rappresenterà la prima volta in cui un servizio di condivisione foto viene integrato direttamente nell'intero Sistema Operativo.

Una scelta che non fa una piega. Così facendo, Apple fornisce agli utenti un OS flessibile e completo, senza tuttavia aumentarne la complessità: se l'account è usato, viene attivato, altrimenti non compare mai. Inoltre, la novità costituirà una spallata allo strapotere di Google col suo Youtube; con più scelta a disposizione, non è affatto detto che tutti finiscano col rivolgersi sempre al solito prodotto. Senza contare che, in un certo senso, non poteva che finire così, visto che su OS X Flickr e Vimeo rappresentano oramai la normalità già da parecchio tempo.

Non abituatevi troppo all'idea, però. Queste nuove funzionalità versano tuttora in stato di beta, e sono al vaglio di beta tester e sviluppatori; il che significa che potrebbero essere rimosse prima del rilascio della versione pubblica di iOS 7 se non dovessero risultare all'altezza delle aspettative di Cupertino.

Col suo design piatto e l'abbandono dello scheumorfismo, iOS 7 modernizzerà l'esperienza utente su iPhone, iPad e iPod touch. Il suo debutto ufficiale dovrebbe avvenire dopo l'estate, probabilmente verso settembre.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: