Tim Berners-Lee attacca, tra le altre, anche Apple

In un saggio pubblicato sulla rivista Scientific American, uno dei padri fondatori della rete ha espresso la sua paura circa il futuro che questo prezioso strumento pare stia imboccando. Lo scienziato ha puntato il dito contro Facebook, LinkedIn, Friendster, AOL, Verizon e anche iTunes. Tim Berners-Lee è seriamente preoccupato dell’evoluzione dei servizi web: “Ogni sito

In un saggio pubblicato sulla rivista Scientific American, uno dei padri fondatori della rete ha espresso la sua paura circa il futuro che questo prezioso strumento pare stia imboccando. Lo scienziato ha puntato il dito contro Facebook, LinkedIn, Friendster, AOL, Verizon e anche iTunes.

Tim Berners-Lee è seriamente preoccupato dell’evoluzione dei servizi web:

“Ogni sito è un contenitore, ben isolato dagli altri. Si, le vostre pagine web sono sul Web ma i vostri dati no. Potete aver accesso ad una pagina web con una lista di persone, ma non potete spedire quella lista (o più in generale le informazioni) ad un altro sito/servizio. Più questo tipo di architettura si diffonderà, più il Web diventerà frammentato, e sempre meno godremo dei vantaggi di un singolo spazio universale per le informazioni.”

Relativamente ad iTunes, lo scienziato ha criticato la chiusura di Apple relativamente all’uso del protocollo “itunes://” anziché di quello “http://”. Si tratta solo di questo? Bhè a dire il vero non è roba da poco: un protocollo differente indica un insieme di regole di comunicazione differenti, in parole più spicciole un sistema totalmente differente. iTunes infatti è uno store fisicamente presente sui server di Apple e non condiviso in rete. Apple e solo Apple, infatti, produce l’interfaccia software, iTunes, che è capace di interpretare il proprio protocollo di comunicazione.

“Non siete più sul Web. Il mondo di iTunes è centralizzato e separato da muri. Siete intrappolati in un singolo store, anziché essere in un mercato aperto.”

Chiaramente Tim Berners-Lee parla solo dell’aspetto relativo alle nostre informazioni sul Web. Nel caso di Apple ci sarebbero anche altri aspetti passibili della medesima critica.

I Video di Melablog

Ti potrebbe interessare
Apple è pronta a spedire gli iPad in Italia
iPad

Apple è pronta a spedire gli iPad in Italia

Alcuni clienti che hanno prenotato l’iPad il 10 maggio hanno finalmente visto una modifica nello stato di spedizione che è passato da “Not yet shipped” (non ancora spedito) a “Prepared for Shipment” (pronto per la spedizione). L’aggiornamento è al momento visibile solo attraverso lo store americano, ma probabilmente nelle prossime ore sarà visibile anche nello

Apple conquista 32 posizioni nella classifica Fortune
iPhone

Apple conquista 32 posizioni nella classifica Fortune

Apple entra nella prestigiosa classifica della rivista Fortune, Fortune 100, dopo esserci entrata per la prima volta nel lontano 1994. I nuovi dati, previsti per il prossimo 4 Maggio, sono stati pubblicati online questa settimana. A favorire la sua scalata pare abbiano influito i pessimi risultati delle compagnie che la precedevano nel 2008. Apple ha

The Sims 3 per iPhone e Mac il 2 giugno
iPod touch

The Sims 3 per iPhone e Mac il 2 giugno

Image courtesy of Macworld Electronic Arts ha comunicato che il terzo episodio del celebre videogioco The Sims sarà disponibile, per diverse piattaforme, il 2 giugno 2009. La notizia interessante per gli utenti della mela è che il gioco sarà disponibile sia per Mac che per iPhone. Questo nuovo annuncio contrasta con quello rilasciato precedentemente, nel

Rilasciato Security Update 2007-004
iPhone

Rilasciato Security Update 2007-004

Ieri è stato rilasciato il Security Update 2007-004 per Mac OS X. L’aggiornamento è disponibile per la versione 10.3.9 Server (54.1MB), per la 10.3.9 Client (37.6MB), congiuntamente alle versioni Universal (16.1MB) e PowerPc (9.3MB); l’update aumenta il livello di sicurezza delle seguenti applicazioni (dopo il salto l’elenco completo):