AirPods 2: più sensori e qualità audio ma lancio rimandato

AirPods 2 arriveranno in primavera, supporteranno la ricarica wireless di AirPower, saranno infarciti di sensori e disporranno di una qualità audio molto migliore.


Aggiornamento del 13 febbraio 2019

Una nuova indiscrezione rivela che il case di ricarica wireless per l'attuale generazione di AirPods sarà reso disponibile entro questa primavera; dunque, possiamo ragionevolmente ritenere che verrà contestualmente presentato anche AirPower.

La brutta notizia è che, sempre secondo le stesse fonti, AirPods 2 con 'Hey Siri' non sarà disponibile prima del prossimo autunno.

Questa previsione tuttavia cozza con una che vi abbiamo riportato solo pochi giorni fa e che vaticinava il lancio di AirPods 2 il 29 marzo, assieme ad iPad mini 5 e altri gingilli. E a peggiorare la situazione c'è un altro filone di rumors che escluse categoricamente l'hardware, in favore della presentazione del servizio di notizie All You Can Read di Apple News. Insomma, qualcosa di grosso e di imminente è nell'aria, ma al momento nessuno sembra in grado di anticiparne i dettagli. Che sia una tecnica di Cupertino per offuscare le informazioni e confondere la stampa specializzata?

AirPods 2: stesso design, ma più sensori e qualità audio


Stando ad alcune indiscrezioni ragionevolmente affidabili, sembra che la seconda generazione di auricolari wireless Apple avrà un design grossomodo simile a quello attuale. I cambiamenti risulteranno invisibili, almeno dall'esterno: supporto al Bluetooth 5.0 Low Energy, bassi molto migliori, e un nuovo tipo di rivestimento plastico anti-scivolo utilizzata anche da Google sui Pixel e forse sulle varianti Max di iPhone 11.

Ma la vera differenza la farà la presenza di nuovi sensori dedicati alla salute, incluso uno per il monitoraggio del battito cardiaco in tempo reale. A livello di autonomia, questi auricolari dovrebbero garantire prestazioni simili ai predecessori, anche perché il modulo batteria resta pressoché identico, ma costeranno parecchio di più: 200 dollari contro gli attuali 159 dollari negli USA, il che si tradurrà da noi in un prezzo attorno ai 230€ di listino

AirPower


Promesso per il 2018, e sparito alla chetichella dai radar, il tappetino di ricarica AirPower sta finalmente per debuttare. Avrà uno spessore superiore a quello inizialmente previsto a causa della configurazione a 8-7-7 spire.

Dovrebbe arrivare anch'esso in primavera, assieme ad AirPods 2 e al case di ricarica per gli AirPods di prima generazione; quest'ultima tuttavia nasconderà una piccola fregatura: la batteria avrà una capacità un po' inferiore rispetto all'originale per far spazio alla circuiteria di ricarica wireless.

AirPower disporrà di "feature esclusive" che però per momento restano sconosciute; l'unica certezza è che per vederle all'opera, dovremo attendere il rilascio di iOS 13 dopo l'estate.

Il prezzo previsto per il mercato statunitense dovrebbe ammontare a 150 dollari, dunque ci aspettiamo un prezzo italiano compreso tra 160-170€. La compatibilità sarà ovviamente garantita con iPhone XS, iPhone XR, iPhone X e iPhone 8. Data l'imminenza del lancio, mentre leggete queste parole, Apple sta facendo girare le scene delle pubblicità che andranno in onda negli USA, su Youtube e nel resto del mondo nelle prossime settimane.

  • shares
  • Mail