Apple annuncia Final Cut Pro X


Come da programma, al Supermeet 2011 Apple ha presentato la nuova versione della propria suite di editing video dedicata ai professionisti. Un importante update che cambia le carte in tavola, col supporto ai 64 bit e a Grand Central Dispatch, e un'interfaccia che ricorda quella di iMovie. Ad appena 299$.

Il nuovo Final Cut Pro X è stato ricostruito dalle fondamenta e profondamente rivisto; altamente scalabile, è capace di riproduzione indipendente dalla risoluzione, di rendering in background e di editing durante l'importazione oltre ad una valanga di altre significative novità:


  • Scritto in Cocoa col supporto nativo a Core Animation, Open CL e Grand Central Dispatch

  • Focalizzato sulla qualità dell'immagine

  • Controllo totale e non distruttivo del colore

  • Pulizia dell'audio automatica

  • Riconoscimento delle persone, singolarmente o in gruppo

  • Timeline magnetica (tiene sincronizzati audio e video)

  • Creazione di Smart Collections per l'organizzazione dei video

  • L'editing può iniziare da subito durante l'importazione da AVCHD o altri media; lo switch ai media locali avviene automaticamente alla fine dell'importazione

  • Le Compound Clips consentono la nidificazione video con facilità

  • Alta scalabilità, funziona dal MacBook in poi

  • Nessuna interruzione durante il rendering, nessuna transcodifica, tutto è nativo

Le promesse di Steve Jobs, a quanto pare, sono state mantenute, anche perché il pubblico alla fine della presentazione si è alzato in una accorata standing ovation. Chi volesse scoprire ogni singola miglioria apportata alla suite, può farlo leggendo uno dei tanti resoconti online, oppure sbirciando questa fotogallery online. Il rilascio al pubblico è previsto per il prossimo giugno, ad un prezzo estremamente competitivo, appena 299$.

  • shares
  • Mail
86 commenti Aggiorna
Ordina: