Quantcast: Mac OS X all'11% di diffusione negli USA


Le ultime indagini condotte da Quantcast sull'uso e la diffusione dei Sistemi Operativi divisi per aree del globo parlano chiaro: negli USA, la percentuale di utenti che fa uso di Mac OS X si attesta al 10,9%.

Ciò significa che, rispetto all'anno scorso, si è verificata una crescita di quasi il 30% alle spese di Windows, che è calato all'86,8%. Curiosamente, sembra che Apple se la stia cavando molto bene anche in Oceania, con l'8,6% di diffusione, ed in generale in Europa, col 4,7%, anche se nel Vecchio Continente le cose sembrano muoversi più a rilento. Anche in quest'ultimo caso, comunque, sono attese improvvise impennate nel corso del 2010, soprattutto considerando che Apple è tra i primi 5 PC vendor sia in UK che in Francia.

Male invece in Asia e nei paesi emergenti, col 2,5% o meno; per avere un metro di paragone, in Cina Mac OS X è fermo all'1,9% mentre in India siamo all'1,2%. Come dire, gran parte di quel 2,5% deriva dagli utenti giapponesi.

Le misurazioni di Quantcast non si basano sul numero di unità vendute, vengono piuttosto estrapolate dai dati raccolti attraverso i propri servizi, in modo non troppo dissimile da quanto fa Net Applications. Non si tratta quindi di cifre assolute, ma di un interessante sguardo d'insieme al market share e alla popoarità degi rispettivi Sistemi Operativi tra gli utenti.

  • shares
  • Mail
69 commenti Aggiorna
Ordina: