ZFS sbarcherà su Snow Leopard Server


Come di consueto, anche per il neoannunciato Snow Leopard esisterà una versione Server che, oltre alle tecnologie cui abbiamo già accennato come Open CL e Grand Central, sfoggerà molte altre feature tra cui il lungamente atteso supporto a ZFS.

Come molti di voi ricorderanno, ZFS è un file system Open Source promosso da Sun molto affidabile e rivoluzionario, rimandato in principio ed infine ufficialmente implementato a metà, cioè in sola lettura. Con le sue fondamenta a 128 bit (HFS+ è fermo a 32 bit), permette di gestire 2^48 file e porta a 16 Exabyte la grandezza massima teorica possibile per file e volumi. Per avere un metro di paragone, si stima che occuperemmo circa 5 Exabyte di spazio per contenere tutte le parole mai pronunciate da tutti gli uomini del mondo.

Al di là dei numeri, però, le innovazioni vere stanno nelle funzioni integrate come la correzione automatica dei dati corrotti, il ridimensionamento dinamico dei volumi, la compressione dei dati al volo o l'intrigante possibilità di usare diversi dischi come un'unica unità logica, senza soluzione di continuità.

Che ZFS diventi il file system predefinito per la prossima versione di OS X - il riferimento è anche alla versione standard - è difficile prevederlo. Al momento appare piuttosto improbabile poiché, come si legge nella stessa pagina dedicata sul sito Apple, sembrerebbe più una tecnologia rivolta al mondo Enterprise. Tuttavia, sarebbe molto entusiasmante poter utilizzare Time Machine e Time Capsule con ZFS sebbene al momento non ci sia nessun indizio a lasciarlo credere. Di certo, nuove indiscrezioni seguiranno a breve.

Giusto il tempo che gli sviluppatori mettano mano sulla Beta che Apple ha fornito loro subito dopo il Keynote al WWDC'08.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: