O2: 13.000 ordini al secondo e le accuse verso Apple


Ricorderete la faccenda della scarsità di iPhone 3G che affligge il carrier inglese O2. Scorte praticamente terminate con le sole preordinazioni e problemi ai server causati dalle ingentissime richieste degli utenti: ben 13.000 ordini al secondo cui O2 non può far fronte. E la colpa, secondo l'operatore, è di Apple.

O2 ha infatti inviato una mail agli utenti che volevano approfittare del passaggio anticipato al nuovo modello scusandosi per i problemi in cui sono incappati. L'origine dei disservizi dipenderebbe da diversi fattori: a dire dell'operatore, non soltanto Apple ha sottovalutato la richiesta di iPhone in UK, ma si è limitata a fornire soltanto una piccola porzione degli iPhone che O2 aveva esplicitamente richiesto, questo a causa del lancio simultaneo in 22 paesi. Certo, probabilmente i volumi delle scorte riusciranno presto a soddisfare la domanda, ma passeranno ancora diverse settimane prima che questo possa verosimilmente accadere

Attualmente, l'ammontare dei dispositivi varia da negozio a negozio, ma le cifre ufficiali parlano di poche dozzine di esemplari mediamente disponibili in ogni punto vendita, per cui è lecito aspettarsi code anticipate che si scioglieranno molto in fretta. Il direttore delle vendite di O2 afferma:



Continueremo a lavorare a stretto contatto con Apple per cercare di ottenere più scorte possibili e soddisfaremo le richieste in base all'ordine di prenotazione, sia online che nei negozi fisici. Riteniamo che questo sia il modo migliore di essere equi con le molte decine di migliaia di clienti che muoiono dalla voglia di possedere un iPhone.

[Via Macworld]

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: