iPhone 8: sensore di impronte nel display oppure scansione 3D

iphone-touch-id-display-800x338.jpg
Aggiornamento del 18 marzo 2017, a cura di Giacomo Martiradonna

Apple sta riscontrando difficoltà nell'integrare il sensore di impronte nel display di iPhone 8. E se non ci riuscirà in tempi brevi, sarà costretta a trovare altre strade, ma comunque dite addio al vecchio Touch ID fisico.

Gli analisti confermano il pericolo. Apple dovrà risolvere le questioni tecniche che impediscono di incastonare il sensore di impronte nel display, e ha solo un mese di tempo per farlo; dopodiché dovrà dare inizio alla produzione di massa delle componenti di iPhone 8. Il riconoscimento facciale o dell'iride, infatti, non è attualmente considerato sostitutivo dell'impronta digitale quanto a sicurezza per sblocco e pagamenti elettronici.

E allora il problema è grosso. Qualcuno aveva immaginato che Apple potesse decidere di infilare il Touch ID sul retro del dispositivo, come su certi telefoni Android, ma l'ipotesi è -se mai ce ne fosse bisogno- è stata stroncata dagli analisti: "Opzioni plausibili per Apple sono un ritardo nella produzione o l'eliminazione del sensore di impronte nell'iPhone OLED," scrive Andy Hargreaves di Pacific Crest Securities. "Riteniamo che Apple continuerà a lavorare per risolvere le questioni del suo sensore di impronte ottico. Se sarà in grado di farlo entro il prossimo mese o giù di lì, farebbe anche partire gli ordini in volume a quel punto. Ciò porterebbe quasi sicuramente ad un ritardo nel lancio dell'iPhone OLED, ma non ci aspettiamo grossi scossoni nel volume complessivo. Se invece non sarà in grado di risolvere la cosa entro il tempo limite, Apple potrebbe essere costretta ad eliminare completamente il sensore di impronte dall'iPhone OLED."

A quel punto, però, Cupertino dovrà fornire un'opzione di scanning biometrico altrettanto affidabile e pratico, e pare che l'unica strada percorribile sia il sensore 3D, capace di effettuare scansioni anche "in condizioni di bassa luminosità e da angolazioni strane."

iPhone 8, produzione ostacolata da Touch ID integrato nel display


iphone-8-renders.jpg

È ormai da parecchio che si parla profusamente della prossima generazione di smartphone Apple e di quali intriganti novità iPhone 8 porterà in gioco. Una di queste, l'integrazione del Touch ID direttamente nel display, dovrebbe consentire un radicale cambiamento nel design ma potrebbe anche rallentare o ostacolare la produzione del dispositivo.

A fare queste speculazioni è l'analista Timothy Arcuri, impiegato presso la società newyorkese Cowen and Company, che fornisce appunto servizi su finanza e investimenti. Il rapporto cita informazioni raccolte attraverso fonti non meglio identificate all'interno della filiera industriale che circonda Apple.

Secondo quanto riportato, la soluzione adottata da Apple per integrare il sensore Touch ID direttamente sotto il vetro del display è uno dei più importanti colli di bottiglia nello sviluppo dello smartphone. La AuthenTec, acquisita da Apple nel 2012, ha una resa piuttosto bassa in fase di produzione ma la società di Cupertino non prevede di appoggiarsi ad altri produttori.

Questo, secondo Arcuri, potrebbe portare a diverse eventualità. È possibile ma improbabile che Apple decida di abbandonare la tecnologia Touch ID, trattandosi di uno dei cardini della sicurezza di Apple Pay; più plausibilmente potrebbe invece venir spostato il sensore sul retro dello smartphone come già avviene per vari prodotti Android. Quest'ultimo caso, però, rappresenta una scelta non ottimale.
Infine c'è la possibilità che Apple, pur presentando iPhone 8 da 5,8 pollici assieme agli altri modelli (iPhone 7s) decida di ritardare la produzione, provvedendo ad un effettivo lancio commerciale del modello in un momento successivo dell'anno.
Non sarebbe la prima volta che un nuovo modello iPhone attraversa un periodo di irreperibilità (un esempio recente è iPhone 7 Jet Black) ma c'è ancora tempo prima dell'inizio della produzione di massa che normalmente avviene tra luglio e agosto.

  • shares
  • Mail