La magia di un giovane iPad fa rivivere un vecchio Apple IIe


Vederli insieme in questa foto fa già una certa impressione, il giovane iPad ed il vecchio Apple IIe, il trisnonno ed il pronipote. Insieme abbracciano quasi tutta la storia dell'informatica, da quando i computer avevano un'interfaccia a caratteri su un monitor a fosfori verdi fino al magico touchscreen a colori dei giorni nostri.

Chi ha vissuto quell'epoca ricorderà sicuramente che per caricare i programmi si utilizzava un registratore a cassette, i bit venivano modulati sul nastro e, come nei primi modem a 300 baud, l'inconfondibile fischio segnalava il trasferimento dei dati.

Stewart Smith, autore nel 2005 di un bellissimo video dei Grandaddy (i nonnetti, guarda caso), scopre che il blogger Panic possiede un Apple IIe e così gli invia il programma dell'animazione a caratteri con cui aveva realizzato il video.

Il blogger di Panic non possiede un registratore a cassette su cui caricare il file, ma non si perde d'animo, collega l'Apple IIe all'uscita audio del suo iPad e riproducendo il file riesce a caricare il programma. A questo punto il gioco è fatto, sull'Apple IIe viene lanciata l'animazione mentre l'iPad riproduce in sincrono il brano musicale.

La commovente performance artistica del giovane iPad con il vecchio Apple IIe la potete ammirare dopo il salto.

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: