L'impianto a celle a combustibile di Maiden pronto a novembre


L'innovativo impianto a celle a combustibile che Apple ha in cantiere per il datacenter di Maiden, nel North Carolina, è il progetto privato più grande degli Stati Uniti e sarà pronto entro novembre di quest'anno.

In un documento ufficiale prodotto dalla North Carolina Utilities Commission si legge chiaramente che l'impianto sarà approntato per giugno, ma che diverrà pienamente operativo solo entro il 30 novembre 2012. Ognuno dei sei sistemi, progettati da Bloom Energy, estrarrà metano a partire dai sottoprodotti dell'allevamento e dell'agricoltura, e assieme agli specchi dell'array solare dovrebbe essere in grado di garantire un fabbisogno di 5 Megawatt.

Una scelta tecnica tutt'altro che economica, e che fa onore a Cupertino:

La scelta energetica -ora è evidente- è insolitamente costosa, segno d'un gesto che va interpretato come un simbolo di buona volontà. E nonostante il fatto che esistano altre forme di energia pulita che avrebbero garantito ad Apple crediti sulle tasse del 30%, mentre le celle a combustibile ne sono esentate. Si vocifera che il sistema di celle a combustibile di Apple sia costato 30 milioni di dollari e questa è la dimostrazione che non stava semplicemente tentando di risparmiare un po' di denaro.

Parte dei costi, in ogni caso, col tempo finirebbe col convertirsi in guadagno: ogni kilowatt generato e non utilizzato, infatti, verrà reimmesso nelle rete elettrica del gestore Duke Energy e dunque remunerato. Il tutto praticamente senza rumore né inquinamento, e soprattutto con zero impatto ambientale.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: