iTablet: nuovi rumors dall'oriente


Ad ottobre, tenuto a battesimo da Steve Jobs, potrebbe salutare il mondo il primo tablet con la mela, con schermo multi-touch da 9,7 pollici e prezzi non popolari: da $800 in su.

Queste, in estrema sintesi, le rivelazioni del sito taiwanese InfoTimes, che cita come fonti gli assemblatori asiatici Foxconn, Wintek, e Dynapack che avrebbero ricevuto da Cupertino il mandato di produrre le componenti ed assemblare il nuovo prodotto.

A parte l'insolita dimensione del display, dal punto di vista del design c'è poco spazio per l'immaginazione: l'iTablet sarà (SE sarà) il frutto di un matrimonio stilistico tra MacBook Air ed iPhone.

Più interessante ipotizzare le caratteristiche hardware. Dal punto di vista della connettività, sono in molti a sperare nell'adozione di un chip 3G/HSPA che affianchi WiFi e Bluetooth, in modo da poter essere realmente sempre connessi, ma a tenere banco è la scelta del processore: sarà Intel, ARM o magari prodotto "in casa" dalla controllata PA Semi?

Tutto dipenderà, secondo gli analisti, dal sistema operativo utilizzato. Se, infatti, voci insistenti parlano dell'adozione di iPhone OS, negli ultimi tempi hanno preso corpo voci sul possibile utilizzo di una nuova incarnazione di OS X, in grado di far girare sia applicazioni tradizionali per Mac che applicazioni per iPhone.
Potrebbe essere questa la vera rivoluzione, per un prodotto per il quale le enormi attese sono pari ai dubbi sulle reali possibilità di sfondare in un mercato mai realmente decollato.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: