iPhone XS e iPhone X Plus includeranno un'Apple SIM virtuale

I nuovi modelli di iPhone in arrivo quest'anno includeranno una SIM virtuale che affiancherà quella tradizionale. Apple si prepara a rivoluzionare (di nuovo) il mercato.

iphone-xs-sim-virtuale.jpg

Quest'anno la mela lancerà tre nuovi modelli di iPhone: iPhone X2 (o iPhone XS), iPhone X Plus e iPhone 9, e almeno uno di essi supporterà la doppia SIM; una tradizionale, installabile attraverso il vassoio SIM, e l'altra virtuale completamente integrata nel dispositivo. In Cina, dove la funzionalità di eSIM non può essere implementata per ragioni normative, sarà predisposta una doppia SIM fisica.

È da anni che Apple tenta di incastonare nei propri dispositivi la SIM virtuale, già presente sugli iPad Pro, ma ha sempre dovuto scontrarsi con la diffidenza degli operatori mobili; il problema infatti è che questa tecnologia consentirebbe all'utente di passare in modo fluido da un carrier all'altro, acquistando il piano tariffario desiderato direttamente su iTunes con un clic (col rischio non infondato che finisca come con la musica, e che iTunes diventi il nuovo negozio virtuale di riferimento per questo tipo di transazioni, detronizzando i negozi fisici).

Ciò non piace perché renderebbe fin troppo facile passare all'operatore con la migliore offerta disponibile al momento; in pratica, parliamo di una portabilità istantanea del numero, laddove ad oggi serve qualche giorno (al netto di eventuali intoppi) più l'acquisto di una nuova SIM.

Tra l'altro, una SIM di questo tipo permetterebbe a chi viaggia molto di scegliere di volta in volta l'abbonamento dati migliore del paese ospitante. In pratica, una manna dal cielo, se regolamentata nel modo giusto. E ora, con i nuovi iPhone, dovrebbe diventare realtà.

  • shares
  • Mail