QR code per la pagina originale

iPhone 13 Pro Max senza Lightning: Pro & Contro

Secondo i rumors, iPhone 13 Pro Max potrebbe essere il primo smartphone Apple senza porte fisiche. Ma sarebbe un bene o un male?

,

È il sogno segreto di Cupertino: un dispositivo completamente privo di soluzioni di continuità, tutto vetro e alluminio, senza pulsanti fisici a vista o porte che ne rovinino l’estetica. Secondo le ultime attendibili indiscrezioni, iPhone 13 Pro Max potrebbe essere il primo smartphone Apple privo di porte fisiche. E ci domandiamo: sarebbe un bene o un male? Soffermiamoci un secondo su pro e contro.

iPhone senza Porte: Vantaggi

A dire delle fonti di Bloomberg, “Apple sta anche discutendo l’ipotesi di eliminare la porta di ricarica da alcuni modelli di iPhone in favore della ricarica wireless.” E il fascino della notizia è innegabile, per una serie di motivi:

  1. Water Resistance: Un dispositivo privo di fori renderebbe il telefono molto più resistente agli schizzi d’acqua e alle immersioni. Ed è vero che la Lightning dei moderni iPhone è resistente all’acqua, ma è anche vero che subito dopo l’immersione andrebbe asciugata accuratamente; e comunque, la garanzia non copre i danni derivanti da contatto con liquidi. Per questa ragione, infatti, Apple è stata recentemente sanzionata dall’AGCOM per “pratiche commerciali ingannevoli.”
  2. Usura: Infilare e sfilare un connettore per migliaia di volte crea attrito e logora il dispositivo a lungo andare. Meno parti in movimento ci sono, e meglio è per la longevità dei telefoni.
  3. Praticità: In effetti, non c’è nulla che facevamo un tempo con la Lightning che non possa essere portato a termine senza fili, e sulla comodità di ciò non discutiamo. Si può fare davvero tutto, dalla ricarica alla sincronizzazione, dal backup agli aggiornamenti. Il problema è che nell’equazione wireless c’è sempre iCloud, che non è gratuito. (Leggi Sotto).
  4. Eleganza: Inutile girarci attorno. Un iPhone privo di porte è elegante e moderno, diremmo quasi fantascientifico. Perché anche l’occhio vuole la sua parte.

iPhone senza Porte: Svantaggi

iPhone 13 Pro Max senza Lightning: Svantaggi

D’altro canto, al di là dei pro, non si può dimenticare anche la gran mole di contro che deriverebbero dall’abbandono della porta Lightning o USB-C. E non sono di poco conto:

  1. Recupero e DFU: Senza una porta fisica non saremmo più in grado di recuperare un iPhone problematico, né di metterlo in Recovery Mode/DFU. Per carità, è una procedura che si fa in rarissimi casi, e solo nelle situazioni più disperate. Ma senza Lightning, l’unica alternativa è l’assistenza in Apple Store.
  2. Ricarica: La ricarica wireless è più lenta di quella via cavo. Inoltre, se Apple dicesse davvero addio a Lightning, l’unico modo per caricare il telefono sarebbe con un connettore MagSafe o un caricabatterie a induzione, che richiede comunque un cavo e un adattatore di corrente. Prima invece bastava il semplice cavo, soprattutto perché oramai prese USB si trovano ovunque.
  3. Addio Accessori: Senza Lightning, dite pure addio alla possibilità di connettere drive USB e memorie esterne al telefono per scaricare i dati (a velocità maggiori del WiFi). E dite pure addio alla connessione alla TV via HDMI. Infine, anche se come scenario è raro, non sarà possibile connettere il telefono a una rete Ethernet con l’accessorio giusto.
  4. CarPlay: Chi non ha CarPlay wireless (cioè la maggior parte degli utenti) non potrà più connettere il telefono al sistema di infotainment della propria auto.
  5. Costi Occulti: Rinnegare le porte fisiche significa dover dipendere in tutto e per tutto da storage e servizi cloud, con tutto ciò che ne consegue a livello di sicurezza e privacy. Il che implica inoltre che occorrerà mettere mano al portafogli per gli abbonamenti. Infine, se la connessione è lenta o assente, niente accesso ai dati.

E voi che ne pensate? Sareste disposti a rinunciare alla Lightning in nome dei vantaggi? O piuttosto preferireste l’introduzione della USB-C come su iPad Pro per dire finalmente addio a dongle e adattatori proprietari? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.