QR code per la pagina originale

iOS 15: un indizio svela come sarà l’interfaccia grafica

Un paio di indizi disseminati da Apple rivelano lo stile che possiamo aspettarci con l'interfaccia grafica di iOS 15.

,

Due piccole ma interessanti novità hanno fatto capolino in queste ore sul sito di Apple; e con ogni probabilità rivelano la direzione che verrà intrapresa -quantomeno a livello estetico- con iOS 15.

Leggi anche: iOS 15, niente supporto ad iPhone 6s e iPhone SE

In queste ore, Apple ha aggiornato le icone di due sue applicazioni: Apple Music for Artists e App Store Connect, servizi offerti alla propria clientela di professionisti del settore. E una cosa è balzata subito agli occhi degli osservatori: sono drasticamente cambiati i canoni estetici cui eravamo abituati; in altre parole, ora possiamo immaginare lo stile e la nuova veste grafica che caratterizzeranno la prossima versione del sistema operativo mobile di Cupertino.

Icona Apple Music iOS 15

Quella che vedete qui su è l’icona di Apple Music; a sinistra la vecchia e a destra la nuova icona. I gradienti psichedelici che tanto erano in voga ai tempi di Jonathan Ive finalmente sono stati rimpiazzati da uno sfondo omogeneo decisamente più riposante per la vista. Ma soprattutto, tornano gli effetti tridimensionali che erano stati eliminati con la messa al bando dello scheumorfismo qualche anno fa.

Nel caso specifico, l’icona di iTunes sembra scavata nello sfondo bianco, grazie all’uso sapiente dell’ombreggiatura; nell’icona di App Store Connect, invece, avviene l’effetto opposto, cioè una sorta di protrusione. La “A” che simboleggia le app è tridimensionale e sembra poggiata sullo sfondo bianco:

App Store Connect Icona - iOS 15

E in effetti, se andiamo a vedere, è dai tempi di iOS 11 e Jony Ive che la grafica resta praticamente immutata; dunque ha senso che dopo tutti questi anni si voglia dare una rinfrescata all’interfaccia. Ovviamente, c’è sempre la possibilità che queste novità riguardino solo quelle due singole icone e nient’altro, ma conoscendo i nostri polli è difficile pensarlo. Le azioni di Apple non si riducono mai a interventi spot slegati tra loro: dietro c’è sempre un disegno più grande che dà un senso al tutto.

Quindi sì, ci giochiamo un birra (una di numero, non una per lettore, meglio specificare) che iOS 15‌, iPadOS 15, watchOS 8, tvOS 15 e macOS 12 al WWDC 2021 adotteranno una livrea grafica molto meno piatta, ricca di sottili elementi 3D e anche complessivamente più elegante.

A leggere i commenti sul Web, non tutti gradiscono. Un  utente, per esempio, scrive che smussatura e rilievo (bevel & emboss in gergo tecnico) “sembravano moderni 15 anni fa.” Il che probabilmente è vero, ma per come la vediamo noi, qualunque divergenza dal piattume e dai gradienti psichedelici di Ive è una benedizione. Voi che ne pensate? Ditecelo nei commenti, su Twitter o sulla nostra pagina Facebook.

Leggi anche: