Apple cede: su App Store arriva la pornografia


In tutta onestà era prevedibile: il mercato delle donnine (o meglio, delle loro immagini e video) non poteva rimanere ancora a lungo fuori da App Store.
Troppo grande la domanda del pubblico per questo tipo di contenuti, troppo alti i margini di guadagno, troppo deboli le motivazioni etiche addotte per tenerlo fuori.

Cupertino ha così deciso, a seguito dell'introduzione del parental control in iPhone OS 3.0, di cominciare ad approvare anche le applicazioni che presentano contenuti espliciti e per adulti. Prevedibile, a questo punto, l'arrivo in forze del porn-biz, con centinaia di nuove app a popolare una nuova categoria dello store.

I genitori possono comunque stare tranquilli: sarà sufficiente impostare le giuste limitazioni sugli iPhone e iPod touch dei loro figli perchè siano protetti dall'esposizione a contenuti bollenti, compresi scabrosi riferimenti sessuali contenuti nei nomi di scrittori famosi, come Giovanni Verga, che infatti è censurato.
I figli da parte loro, possono stare altrettanto tranquilli, perchè potranno sempre consolarsi con l'offerta praticamente infinita (e gratuita) della rete, spesso pure ottimizzata per iPhone...

[via]

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: