iPhone 7 Speedgate, i tagli da 32GB sono molto più lenti

Non tutti gli iPhone 7 nascono uguali. Ora spuntano dei benchmark che dimostrerebbero l'abisso prestazionale tra il modello da 32GB e tutti gli altri.

Pensavamo ci fosse da stappare lo spumante, quando Apple si è finalmente decisa ad abbandonare i 16GB dell'entry level per abbracciare definitivamente i 32GB dell'iPhone 7 e 7 Plus base. Il fatto è che, stando ai test effettuati da GSMArena, il taglio da 32GB non riesce mai a superare gli 800 punti in Basemark OS II; iPhone 7 da 128GB e iPhone 6s Plus da 64GB, invece, si sono piazzati con punteggi compresi tra 1300 e 1700.

La differenza non sta tanto nei tempi di lettura dei dati -in quello, più o meno, se la cavano tutti allo stesso modo- ma soprattutto in fase di scrittura; sotto questo punto di vista, iPhone 7 Plus da 128GB è 8 volte più veloce del modello base.

È Speedgate?

prestazioni_iphone7.png

C'è da dire che, all'uscita di ogni nuovo telefono Apple, si osserva sempre una spinta centripeta che tende a creare il prossimo, grande scandalo; ricorderete senza dubbio il Bendgate di iPhone 6, l'Antennagate di iPhone 4, il recente Chipgate di iPhone 6s e -l'ultimo arrivato- il GraffioGate di iPhone 7 JetBlack. Ciò non toglie, tuttavia, che ci sia nel vero anche in queste accuse.

Nella vita di tutti i giorni, probabilmente, non noterete grosse differenze tra i vari modelli di iPhone 7; avvio del telefono e apertura delle app, infatti, richiedono per lo più operazioni di lettura e in questo, come detto, non c'è differenza. Noterete sicuramente qualcosa coi file molto grandi, e in particolar modo coi video. Dividere a metà un video 4K da 10 minuti richiede fino al triplo del tempo su iPhone 7 da 32GB rispetto al taglio da 128GB, e questo per qualcuno può costituire un problema.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: