iPad 2: Foxconn non riesce a seguire i ritmi di produzione di Apple

iPad 2 smontato, la videocamera
Foxconn non riesce a stare dietro il ritmo di produzione richiesto da Apple. La compagnia taiwanese che assembla buona parte dei dispositivi Apple ha comunicato che la sua fabbrica di Chengdu in China scarseggia dei componenti e dei lavoratori necessari a soddisfare tutti i propri clienti. Questa saturazione delle linee di produzione potrebbe ripercuotersi sulle spedizioni di iPad 2 e iPhone 4 nei prossimi mesi.

Lo stabilimento della Foxconn a Chengdu è essenzialmente dedicato alla produzione di iPad 2: ben 52 linee di produzione producono annualmente 40 milioni di tablet. Le conseguenze del terremoto in Giappone hanno seriamente rallentato la produzione delle fabbriche nipponiche e a sostenere ora la produzione di componenti per iPad 2 è la fabbrica di Shengen, che lavora al massimo della produttività. Non sorprende che la Foxconn, malgrado il suo milione di impiegati, abbia difficoltà nel fornire ad Apple le 2,5 - 3 milioni di unità di iPad 2 richieste ogni mese.

L'obiettivo dichiarato di Apple è di fornire 7 milioni di Pad 2 durante il secondo trimestre 2011. Una carica che sta saturando la Foxconn, ma anche i produttori di touchscreen, primi tra i quali Wintek e TPK. Alcune stime sostengono che Apple voglia spingere la produzione di iPad 2 fino a toccare i 10 milioni di dispositivi al trimestre. Un obiettivo che sembra ormai difficile da raggiungere nei prossimi mesi.

[Via DigiTimes]

  • shares
  • Mail