iOS 8, installazione su iPhone anche senza essere sviluppatori

Come al solito, ora che c'è in circolazione una nuova Beta di iOS, tutti vorrebbero provarla. Tecnicamente occorre essere sviluppatori accreditati, ma non è l'unico modo.

ios8

In queste ore, Apple ha reso disponibile le Beta OS X 10.10 Yosemite e iOS 8; ma mentre la prima può essere scaricata e installata da chiunque (entro il primo milione di utenti che la richiedono), l'altra ha bisogno di un dispositivo abilitato allo sviluppo. E dunque, in linea teorica, necessita di una licenza da 99 dollari l'anno sul portale Developers. Qualche smanettone, però, è già riuscito nell'impresa e senza essere sviluppatore: vi raccontiamo come ha fatto.

Leggi: OS X Yosemite, la Beta è accessibile solo al primo milione di utenti che la richiedono

Prima di andare avanti, tuttavia, dobbiamo avvisarvi. Le procedure che documentiamo vìolano l'accordo di licenza di Cupertino, e in più potrebbe portare al malfunzionamento delle app in vostro possesso, e perfino al temuto brick dell'iPhone. L'ideale, se proprio non resistete, sarebbe quello di installare la Beta su un iPhone o un iPad in disuso o meglio ancora, mezzo rotto.

In teoria, comunque, non serve molto. Occorre scoprire l'UDID del proprio dispositivo collegandolo via USB ad iTunes e facendo clic sul numero seriale indicato nella schermata principale. Poi, occorre scaricare il file .IPSW opportuno, magari sfruttando i comodi link messi a disposizione dal Team di Evad3rs. Ovviamente, si dà per scontato che possediate un gingillo compatibile con iOS 8:

Clicca qui per scoprire gli iPhone e gli iPad compatibili con iOS 8

Ora iniziano i veri problemi. Perché l'installazione vada a buon fine, c'è bisogno di richiedere ad uno sviluppatore amico di abilitare il vostro iPhone allo sviluppo; una cosa non impossibile, considerato che ognuno di loro ha diritto di abilitarne fino a 100. In alternativa, esistono molti siti Web che offrono un servizio simile a pagamento (fintanto che Apple non li scopre e li smantella). Per esempio, IMZDL richiede 8$ l'anno, oppure 16$ se vi interessa far girare anche app non autorizzate. Una volta superato l'impasse, è sufficiente:


  • collegare via USB l'iPhone al Mac

  • Aprire iTunes

  • Fare Opzione+Clic su Ripristina iPhone

  • Selezionare il firmware fornito dal Team di Evad3rs

  • Attendere l'installazione

Per tornare indietro, spiega qualcuno, occorrerebbe scaricare l'ultima versione stabile del firmware (qui trovate tutti i link ufficiali), e mettere l'iPhone in modalità di recupero (si spegne l'iPhone, si tiene premuto il tasto Home e contemporaneamente si connette alla porta USB); poi, si dovrebbe ripetere i primi 3 passi del ripristino manuale utilizzando però iOS 7.1.2. Occhio però a quanto ne sappiamo, il downgrade non è fattibile al momento e comunque crea quasi sempre un sacco di problemi.

Se qualcosa non vi è chiara, lasciate perdere a priori, e lasciate perdere anche se non riuscite a trovare il modo di abilitare il vostro iPhone allo sviluppo, dateci retta. Altrimenti, vi ritroverete con un iPhone bloccato in modalità autenticazione.

iOS 8 senza account sviluppatori

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: