iOS 8, il futuro della domotica si tinge di Apple

Al WWDC 2014, Apple presenterà la sua piattaforma di domotica gestibile da iPhone e iPad. E finalmente, radunerà sotto il vessillo di iOS 8 una serie di beate solitudini come Philips Hue, Kēvo e Nest.

Parliamo di


Il concetto di domotica esiste da tanti anni (ricordate il nostro post del 2008 su BTicino iMyHome?), e al CES 2014 quasi non si è parlato di altro. Da diverso tempo vediamo circolare nel mondo high-tech dispositivi sempre più sofisticati, controllabili da remoto e soprattutto connessi al Web, capaci non solo di imparare le nostre abitudini ma addirittura di gestirsi in maniera proattiva. Lampadine, serrature, rilevatori di fumo, termostati ed elettrodomestici: sono diventati tutti smart. Quel che manca, tuttavia, è un collante che leghi tutti questi prodotti, separati tra loro da oceani di incompatibilità. Ed è lì che interverrà Apple.

Leggi su Gadgetblog: CES 2014: la domotica protagonista (un po’ troppo social) con Samsung, LG e Whirlpool

Al WWDC 2014 del prossimo 2 giugno, Cupertino ha intenzione di lanciare in pompa magna la sua piattaforma di domotica centralizzata. Il che significa che tanti prodotti già presenti sul mercato ma assolutamente indipendenti (di solito controllati con un’app specifica) ora saranno riuniti sotto lo stesso standard, aprendo la strada alla semplificazione che renderà sul serio queste tecnologie alla portata di chiunque.

Lo scoop: Apple annuncerà la sua piattaforma di smart home al WWDC 2014?

Termostato Nest

nest-termostato

Co-fondata dall’ex manager Apple Tony Fadell -il padre dell’iPod-, Nest è stata acquisita da Google in tempi recenti; il suo termostato intelligente è capace di connettersi ad Internet e gestire la temperature di casa in base alle nostre abitudini e alle previsione meteo. Ovviamente può essere controllata da remoto via iPhone e iPad, e presto dovrebbe arrivare anche sul mercato nostrano. Costa 249$ cioè circa 180€.

Leggi: Nest, il termostato intelligente presto negli Apple Store

Nest Protect

nest_protect_black

Prodotto dalla stessa società che ha lanciato anche il termostato smart, il Nest Protect è un gingillo in grado di segnalare le fughe di gas, e la concentrazione nell’ambiente domestico di fumi e monossido di carbonio. Si tratta di un tipo di dispositivo molto diffuso negli ambienti domestici statunitensi, ma una rarità qui da noi. Costa 129$ e potrebbe salvare molte vite umane; per il momento, tuttavia, non ci sono ancora date ufficiali di rilascio in Italia.

Philips Hue

philips-hue-recensione

Hue, il noto sistema d’illuminazione domestica controllabile da iPhone e iPad creato da Philips, ha corretto molte delle pecche iniziali, e oramai è arrivata a maturazione, tant’è che nel frattempo sono stati lanciati molti accessori altrettanto innovativi tipo Hue Lux e soprattutto Hue Tap, un ingegnoso telecomando che non ha bisogno né di pile né di cavi. Ne abbiamo parlato in una lunga recensione tempo fa:

Philips Hue, recensione della lampadina a LED connessa all’iPhone

Serrature Kevo

kwikset_kevo

Kwikset Kēvo è un cilindro elettronico della serratura capace di aprirsi con un tocco; per sbloccarlo basta che gli smartphone autorizzati siano nelle immediate vicinanze. È un congegno molto sofisticato che rende la porta blindata di casa smart, e che rende di fatto le chiavi (quasi) obsolete. Anche questo prodotto esiste da quasi un anno:

Leggi: Kwikset Kēvo trasforma l’iPhone nelle chiavi di casa del futuro

Climatizzatori MFi

haier-mfi

Il primo ad aprire le danze è stato il produttore cinese Haier con un modello di condizionatore d’aria che supprota ufficialmente le specifiche del programma MFi di Apple. Una certificazione che garantisce la piena compatibilità coi dispositivi della mela, e che presto con iOS 8 diventerà la norma, almeno per una importante fetta di elettrodomestici. Ne parlammo non molto tempo fa, in occasione del CES 2014 di Las Vegas.

Leggi: iPhone e Domotica, Haier lancia il primo condizionatore certificato MFi

E molto altro

9353-884-140526-AirPlay-l

Ma in ballo nel nostro presente e futuro immediato c’è molto altro. Pensate ad esempio all’interruttore Belkin WeMo Light Switch, oppure alle soluzioni di videosorveglianza e babymonitoring tipo Dropcam e iBaby Monitor, o alle casse wireless della Sonos (senza dimenticare l’ecosistema AirPlay). Oramai esistono prodotti che consentono perfino di conquistare il pollice verde tipo Parrot Flower Power, o di farsi le previsioni del tempo a casa propria, con gadget high-tech tipo Netatmo. L’abbiamo recensita poco tempo fa, e ci ha piacevolmente sorpresi:

Leggi: La stazione meteorologica Netatmo, la recensione di Melablog

Il futuro insomma è lastricato di grosse novità per il mercato consumer. E non parliamo mica di un futuro remoto: gli annunci fioccheranno a partire dalla prossima settimana. E non vediamo l’ora di raccontarveli tutti.

Ti potrebbe interessare
Apple starebbe lavorando su un iPad da 6 pollici
iPod touch

Apple starebbe lavorando su un iPad da 6 pollici

Qualche nostro lettore storcerà sicuramente il naso, ma per dovere di cronaca riportiamo l’indiscrezione pubblicata da SuperApple.cz secondo la quale Apple starebbe lavorando ad un nuovo dispositivo dotato di sistema operativo iOS con touchscreen da circa 6 pollici.L’indiscrezione sarebbe stata confermata da due fonti una delle quali avrebbe specificato con maggior precisione le dimensioni del

iPhone OS 4.0 potrebbe eseguire le applicazioni in multitasking
iPhone 3G iPhone 3GS

iPhone OS 4.0 potrebbe eseguire le applicazioni in multitasking

Molte indiscrezioni sono concordi nel ritenere che durante l’evento del 27 gennaio verrà presentato anche il nuovo iPhone OS 4.0.Boy Genius Report (BGR) sostiene di aver ricevuto da una fonte affidabile l’indicazione della presenza in questa release di “nuove modalità di esecuzione delle applicazioni in background”.Come sappiamo il multitasking delle applicazioni è una delle funzionalità

Nuovo sito italiano sullo sviluppo per Mac e iPhone
iPhone

Nuovo sito italiano sullo sviluppo per Mac e iPhone

Dopo Xcode Italia, ecco un nuovo sito sullo sviluppo di applicazioni per Mac OS X e iPhone: Apple Italia Dev.Non ci sono ancora molti contenuti, ma quelli presenti sono interessanti, e comprendono videotutorial che vanno dalle basi della programmazione per iPhone ad argomenti più specifici, accompagnati da box testuali con i codici sorgenti dei progetti

Apple Store Offline (Aggiornato)
Apple Store

Apple Store Offline (Aggiornato)

L’Apple Store americano è offline: semplice manutenzione o altra carrellata di novità in arrivo?Recentemente abbiamo assistito a diversi aggiornamenti, a partire dal MacBook Air, passando per iPod nano rosa, iWork, l’iPhone e l’iPod Touch, Aperture 2, gli iPod shuffle ed i MacBook e MacBook Pro passati a Penryn.Che siano i nuovi iMac rumoreggiati? O magari

Podder pouches
Accessori Apple iPod

Podder pouches

Queste custodie per iPod potrebbero fare concorrenza alle celebri ‘calzine’ della Apple. Fatte a mano (“con amore” come precisa l’autrice!), sono in moribidissima lana, permettono di riporre anche gli auricolari e oltre a proteggere l’iPod da graffi e urti, ogni qual volta lo si estrae dalla calza lo lucidano anche. L’iPod Pouch si chiude con

Con i Negrita arrivano le prime iTunes Collector’s Card
iPhone

Con i Negrita arrivano le prime iTunes Collector’s Card

Bellissima iniziativa dei Negrita, impegnati in questi giorni in un tour italiano di 10 date. In nove di questi appuntamenti la band regalerà centinaia di iTunes Collector’s Card, delle schede a codice che permettono di scaricare gratuitamente un brano di iTMS. In particolare con queste schede sarà possibile ottenere il brano inedito “L’uomo sogna di