iPad Air con M1: stessa identica potenza del MacBook Pro

I benchmark confermano: iPad Air ha lo stesso chip M1 del MacBook Pro. Niente scorciatoie né downclock: è la stessa, identica poten
I benchmark confermano: iPad Air ha lo stesso chip M1 del MacBook Pro. Niente scorciatoie né downclock: è la stessa, identica poten

Quando Apple ha annunciato il nuovo iPad Air, molti si sono domandati: possibile che sia esattamente lo stesso identico chip M1 del MacBook Pro 13″ e iPad Pro, senza depotenziamenti hardware o software? I benchmark danno la risposta, ed è estremamente positiva.

Un conto è un computer con ventole, sistema di dissipazione e batteria; e un conto è un tablet, con tutte le inevitabile limitazioni imposte dal form factor. Ciò aveva portato qualcuno a ritenere che il chip M1 integrato nel dispositivo fosse in qualche modo tarato per funzionare al di sotto delle specifiche, così da non stressare troppo la batteria né causare troppo calore.

È quello che è successo con l’iPad mini che, pur integrando lo stesso chip A15 Bionic di iPhone 13, rispetto a quest’ultimo registra prestazioni tra il 2 e l’8% inferiori. Proprio perché Apple ha deciso di praticare un downclock. E così, se l’A15 di iPhone 13 va a 3.2GHz, l’A15 di iPad mini gira invece a 2.9GHz.

E invece Apple sorprende tutti. Il chip M1 dell’iPad Air di gira a 3.2GHz esattamente come la controparte sul MacBook Pro, e come il processore di iPad Pro. Ciò significa che, dal punto di vista dell’elaborazione dati e della potenza bruta, iPad Air e iPad Pro sono equivalenti; le differenze stanno altrove.

Dunque è tutto vero. “Il rivoluzionario chip M1 su iPad Air mette il turbo anche alle app e ai flussi di lavoro più impegnativi,” scriveva Apple nel comunicato stampa del lancio, “garantendo un’incredibile efficienza energetica e una batteria che dura tutto il giorno. La CPU 8-core garantisce prestazioni fino al 60% più scattanti, mentre la GPU 8-core offre prestazioni grafiche fino a due volte più veloci rispetto al precedente iPad Air. Insieme a CPU e GPU, il Neural Engine 16-core rende possibili funzioni avanzate di machine learning che garantiscono esperienze di livello superiore. Dall’editing di molteplici stream video in 4K, ai videogiochi con grafica complessa, fino alla progettazione di una stanza in 3D o alla realtà aumentata più realistica, le prestazioni del chip M1 permettono agli utenti di fare ancora di più con iPad Air.”

E ora, benchmark alla mano, possiamo confermarlo. iPad Air strappa 1.700 punti nei test a singolo core e ben 7.200 in quelli multi-core, eguagliando così iPad Air nelle prestazioni.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti