iOS 16, iPad come hub HomeKit senza supporto a Matter

Con iOS 16, si potrà continuare a usare iPad come hub domestico HomeKit, a patto però di non attivare Matter.
Con iOS 16, si potrà continuare a usare iPad come hub domestico HomeKit, a patto però di non attivare Matter.

Con iOS 16, sembrava che Apple avrebbe eliminato una storica feature di HomeKit, di fatto costringendo gli utenti a comprare un’Apple TV o un HomePod mini. Ora però emerge un quadro un po’ meno drastico, grazie a una spiegazione ufficiale.

Le Prove in iOS 16

All’interno della Beta di OS 16, sono state trovate diciture che rivelano una brutta notizia. Pare di capire che iPad non potrà più essere usato come hub domestico per HomeKit. La cosa viene menzionata in una schermata riepilogativa dopo l’aggiornamento:

“È necessario un hub domestico per sfruttare funzionalità come la ricezione di notifiche sugli accessori e consentire ad altre persone di controllare la tua casa. Non sarai in grado di visualizzare le case condivise fino a quando anche quelle case non verranno aggiornate all’ultimo HomeKit. iPad non sarà più supportato come hub domestico.”

La Spiegazione di Apple

In realtà, iPad potrà continuare ad essere usato come hub domestico HomeKit “senza perdita di funzionalità.” Tuttavia, Cupertino sta per “introdurre una nuova architettura” di domotica, e sarà quella a non supportare più iPad come hub. Lo ha rivelato un portavoce della società, dicendo:

“iOS 16 e iPadOS 16 continueranno a supportare iPad come hub senza perdita di funzionalità. Assieme al rilascio di questi os, l’app Casa introdurrà una nuova architettura per un’esperienza ancora più efficiente e affidabile. Poiché iPad non sarà supportato come hub domestico con la nuova architettura, gli utenti che si affidano ad iPad per lo scopo non devono aggiornare l’architettura di Casa e possono continuare a godere delle feature esistenti.”

Non viene menzionato mai, ma è molto probabile che il riferimento sia a Matter, la nuova tecnologia -nata dall’intesa tra Amazon, Apple, Google e altre- che renderà interoperabili i vari protocolli di domotica.

E si evince anche un altro elemento. Il passaggio a Matter non sarà automatico, e l’utente potrà scegliere se restare in un ambiente HomeKit puro o estendere la compatibilità anche agli altri accessori.

Quando iPad, HomePod e Apple TV fanno da hub HomeKit, è possibile sfruttare funzionalità avanzate della domotica come i comandi vocali di Siri per gli accessori remoti e l’uso di feature di automazione basate sulla posizione. Anche quando si è fuori casa.

Dunque ecco la soluzione: per evitare di cover acquistare hub aggiuntivi o perdere le funzionalità esistenti, è sufficiente evitare di attivare Matter nell’app Casa.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti