Un brevetto Apple per rendere le batterie più sicure

Accumulatore litio-polimero Apple, esploso

Già da qualche anno Apple ha adottato batterie ricaricabili ai polimeri di litio per la gamma dei MacBook. Oltre ad essere di lunga durata, queste batterie offrono l'utile vantaggio di poter essere prodotte praticamente in qualunque forma, dato che l'elettrolita in sale di litio è colato in sacche di materiale plastico.

Un potenziale problema può sorgere se un gas viene prodotto nella sacca dell'elettrolita. Questo può accadere se la batteria viene caricata troppo o se lasciata scarica per un notevole periodo di tempo. La produzione di gas può far gonfiare la batteria fino, in certi casi, a farla esplodere e danneggiare così i componenti elettronici vicini.

Apple ha registrato un brevetto che propone una soluzione a questo potenziale rischio. In pratica, nel brevetto vengono aggiunte delle valvole di sicurezza nei punti deboli delle sacche delle batterie, in modo che l'eccesso di gas possa fluire verso l'esterno. Niente di rivoluzionario, ma una soluzione semplice per un problema potenzialmente pericoloso.

[Foto Ikraav]

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 16 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO