realityOS, il sistema operativo di Apple Glasses: annuncio al WWDC22?

"realityOS", il prossimo sistema operativo per visori AR/VR di Apple, spunta in tutti i documenti online e lascia pensare ad un lancio già al WWDC 2022.
"realityOS", il prossimo sistema operativo per visori AR/VR di Apple, spunta in tutti i documenti online e lascia pensare ad un lancio già al WWDC 2022.

Sul fatto che a Cupertino lavorino ad un visore a Realtà Aumentata chiamato Apple Glasses non esistono praticamente dubbi. Sappiamo che avrà hardware all’avanguardia, display ad alta risoluzione, prestazioni paragonabile al chip M1 e un software di base derivato da iOS chiamato RealityOS. Ora però spuntano le prove inconfutabili, e pare che un annuncio possa arrivare già al WWDC 2022.

Le Prove in App Store

All’interno dei log di App Store e in alcuni repository open source, sviluppatori dall’occhio lungo hanno individuato riferimenti concreti a “RealityOS.” Il che implica almeno due corollari importanti:

  1. Il visore a Realtà Aumentata di Apple è molto più vicino al lancio di quanto oseremmo sperare.
  2. Questo visore a Realtà Aumentata includerà esperienze e applicazioni create dagli sviluppatori di terze parti. In pratica, consentirà di scaricare applicazioni aggiuntive attraverso un App Store dedicato, come quelli che esistono già per Apple Watch, iPhone e iPad, Apple TV o Mac.

A cui si aggiungono altri dettagli tecnici, non meno succosi. E cioè, che ci saranno applicazioni native pensate, sviluppate e pubblicate apposta per realityOS; inoltre, ci sarà previsto anche un Simulatore di realityOS con cui gli sviluppatori potranno mettere testare e a punto le loro app.

TradeMark Registrati

Nelle ultime ore, sono emerse due distinte domande di registrazione di trademark relative al marchio “realityOS”. Sono stati inizialmente depositati l’8 dicembre 2021, ma l’aspetto più interessante è un altro: hanno entrambi una scadenza per l’estensione all’estero del trademark fissata per l’8 giugno 2022, appena due giorni dopo il keynote del WWDC di Apple. E un altro riferimento sul sito web dell’Ufficio Brevetti USA indica una scadenza per il trasferimento all’esterno del 9 giugno 2022.

Insomma, verrebbe da pensare che, al WWDC 2022 Apple formalizzerà finalmente i suoi visori a realtà aumentata.

Non è la prima volta registriamo un leak del genere. Già nelle primissime versioni Beta di iOS 13, si intravedevano riferimenti all’hardware AR/VR ma al tempo era difficile stabilire se si trattasse di un prodotto interno di Apple, o del supporto a gingilli come Oculus, Huawei Smart Glasses o Google Glass. A tal proposito, già nel 2017, Bloomberg parlava di un misterioso “rOS” col supporto per i giochi Valve.

Stavolta però la differenza è netta: gli indizi sono robusti, e i rumors tutt’altro che fumosi. Insomma, l’impressione è che il momento clou sia davvero imminente. Se tutto va come previsto, Apple Glasses potrebbe debuttare già quest’anno, con o senza guanti e altri accessori. Coronavirus permettendo, si intende.

 

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti