Problemi macOS Monterey: Apple risolve il brick del Mac (ma non il resto)

Dopo l’installazione di macOS Monterey alcuni utenti si sono ritrovati col Mac bloccato o con un consumo eccessivo di memoria.

Dopo l’aggiornamento a macOS Monterey, alcuni utenti hanno sperimentato i soliti, immancabili problemi di gioventù che oramai caratterizzano ogni Major Release sulla nostra piattaforma. In certi casi, il consumo di memoria è abnorme e ingiustificato, mentre in altri il Mac si blocca in modo irreversibile. Per quest’ultimo, tuttavia, esiste una soluzione per fortuna.

 

Brick del Mac

A leggere i forum online, la Comunità di Supporto Apple e i canali social (tipo qui, qui, ma pure qui), si scopre che Monterey soffre di un problema che avevamo già visto ai tempi del lancio di Big Sur: il blocco totale e apparentemente irreversibile del computer.

In pratica, dopo un tentativo di aggiornamento andato a vuoto, il Mac entra in una sorta di schermata nera dalla quale non esce più; non si può più riaccenderlo, come se fosse completamente morto. Qualcuno ha risolto forzando un riavvio, ma altri sono rimasti in panne, e poiché i circuiti non sembrano ricevere corrente, non è neppure possibile effettuare reset di PRAM e SMC.

👉🏼 Soluzione Ufficiale: Il blocco del Mac poteva avvenire sui computer con chip T2; l’ultima versione dell’installer di macOS Monterey include un firmware aggiornato che risolve l’impasse. Se non avete ancora aggiornato a Monterey, dunque, scaricate nuovamente l’installer e avviate serenamente la procedura; se avete già aggiornato e il Mac è in blocco irreversibile, portate il Mac in assistenza e un Genius vi darà una mano.

Qui di seguito la lista dei Mac con chip T2 potenzialmente affetti dal problema:

  • iMac (Retina 5K, 27-inch, 2020)
  • ‌iMac‌ Pro
  • Mac Pro (2019)
  • ‌Mac Pro‌ (Rack, 2019)
  • Mac mini (2018)
  • MacBook Air (Retina, 13″, 2020)
  • ‌MacBook Air‌ (Retina, 13″, 2019)
  • ‌MacBook Air‌ (Retina, 13″, 2018)
  • MacBook Pro (13″, 2020, 2 porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (13″, 2020, 4 porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (16″, 2019)
  • MacBook Pro (13″, 2019, 2 porte Thunderbolt)
  • MacBook Pro (15″, 2019)
  • MacBook Pro (13″, 2019, 4 porte Thunderbolt 3)
  • MacBook Pro (15″, 2018)
  • MacBook Pro (13″, 2018, 4 porte Thunderbolt 3)

Memory Leak

Diversi utenti stanno sperimentando quello che in gergo si chiama tecnicamente Memory Leak che si verifica quando un’app o un processo iniziano a consumare quantità mostruose di memoria RAM portando, nei casi peggiori, a rallentamenti e al blocco del computer. Quando si arriva a questi eccessi, solitamente macOS avvisa l’utente dicendo che “il sistema ha esaurito la memoria disponibile per le app”.

Non è chiaro quali app generino il problema, anche se alcune sembrano più inclini di altre, tipo Centro di Controllo e Firefox; né è chiaro quali macchina siano affette dal problema, visto che il fenomeno accade sia sui Mac Intel che su quelli con chip Apple.


Un’app come Calendario non può aver bisogno di 106GB di memoria. È un Memory Leak. Chiudete immediatamente le app che consumano troppo.

👉🏼 Possibile Soluzione: Qualora dovesse capitare anche a voi, potete tamponare aprendo Monitoraggio Attività e forzando la chiusura dell’app che consuma troppa memoria; tuttavia, è probabile che alla prima riapertura il problema si riproponga. Se possibile, usate app diverse fintanto che Apple non rilascerà un aggiornamento concretamente risolutivo.

YouTube va in Crash

Alcuni utenti con MacBook Pro da 14″ e 16″ sperimentano strani crash quando utilizzano Safari per guardare contenuti HDR su YouTube. L’errore del Kernel si presenta sia sulle configurazioni da 16GB che da 32 e 64GB, anche se aggiornate a macOS Monterey 12.0.1, e porta allo spegnimento e al riavvio improvviso del computer.

Qualcuno azzarda che possa essere collegato col decodificatore dei flussi video AV1, ma a questo punto non abbiamo certezze. La cosa più saggia per ora consiste nell’attendere il rilascio di ‌macOS Monterey‌ 12.1, attualmente in fase di beta. Aggiorneremo il post non appena ci saranno novità.

Ti potrebbe interessare