La volta che Tim Cook sbatté la porta in faccia a Elon Musk

C’è stato un periodo, nella storia dell’Informatica, in cui è accaduto che Elon Musk chiedesse di vedere Tim Cook. Ma quest’ultimo declinò l’incontro.

Parliamo di

In una serie di Tweet, Elon Musk ha detto la sua sulla possibilità che Apple lanci un veicolo a guida autonoma nei prossimi anni. E racconta quando ha chiesto di incontrare Tim Cook, ma quest’ultimo ha risposto picche.

Durante i “giorni più bui del programma Model 3”, Elon Musk si era messo in testa di vedere Tim Cook per offrirgli Tesla ad una frazione irrisoria del suo attuale valore di mercato; ma non fu possibile:

“Durante i giorni più bui del programma Model 3, ho contattato Tim Cook per discutere della possibilità per Apple di acquisire Tesla (a 1/10 del suo valore attuale). Mi rifiutò l’incontro.”

I Progetti di Apple

In questi giorni, fonti molto attendibili dell’industria automobilistica affermano che Apple stia lavorando ad un mezzo autonomo -che chiamiamo per il momento Apple Car o iCar- dotato di una rivoluzionaria batteria monocella che permetterebbe di contenere più materiale attivo in un formato più piccolo, e tra l’altro con maggiori garanzie di sicurezza.

Musk è intervenuto anche su questa possibilità, definendola semplicemente impossibile:

Se è vero, è molto strano.

-Tesla usa già i fosfati di ferro per le auto mid-range costruite negli impianti di Shanghai
-Una batteria monocella è elettrochimicamente impossibile, poiché il voltaggio massimo possibile è circa 100 volte troppo basso. Forse intendevano monocelle legate assieme, come nel nostro batterypack strutturale?

Il che significa che le possibilità sono due: o l’indiscrezione è completamente campata per aria, oppure -ma da quanto ci sembra di capire è la meno probabile- Apple nasconde nel cilindro un coniglio che nessuno si aspetta. E d’altro canto non sarebbe neppure la prima volta.

Allo stato attuale, in ogni caso, la certezza è una sola: Apple sta pesantemente investendo nel progetto Titan; che però, per ora, non è chiaro neppure se sarà un veicolo completo o una piattaforma di guida autonoma da cedere in royalty ai produttori storici. Il tempo dirà.

Ti potrebbe interessare