Kuo ci ripensa: non ci sarà un iPhone con Touch ID sotto al display nei prossimi due anni

Kuo ritratta e annuncia che, secondo lui, un iPhone con Touch ID under-display non arriverà nei prossimi due anni.

Nei prossimi due anni, nel listino di prodotti Apple non farà capolino un iPhone con un sensore biometrico sotto al display in grado di riconoscere l’impronta digitale dell’utente. Lo ha dichiarato in queste ore l’analista Ming-Chi Kuo, che dunque è tornato a parlare del futuro del Touch ID.

Lo scorso settembre, Kuo diffuse una notizia di un certo peso: il lancio nella seconda metà del 2023 di uno smartphone a marchio Apple con il Touch ID, non in un pulsante fisico, ma sotto allo schermo. Oggi però è lo stesso analista a ritrattare, aggiungendo che “il Face ID con la mascherina è già un’ottima soluzione biometrica“.

In passato ho detto che gli iPhone avrebbero integrato un sensore per le impronte digitali sotto al display (Touch ID) non prima del 2023. Ma l’ultimo sondaggio rivela che gli iPhone del 2023 e del 2024 potrebbero non adottare questa soluzione. Il Face ID con la mascherina è già un’ottima soluzione biometrica.

Il riferimento all’ultimo aggiornamento del Face ID – introdotto con iOS 15.4 – ha le sue motivazioni. Ora infatti non è più un problema sbloccare iPhone 12 e iPhone 13 (gli unici smartphone che supportano la nuova feature) anche quando si indossa una mascherina. Prima invece era una pratica abbastanza snervante, per questo motivo la richiesta del ritorno del Touch ID era stata avanzata da un gran numero di utenti.

E dunque, non dobbiamo aspettarci nei prossimi due anni il Touch ID sotto al display. E integrato in pulsante fisico invece (in stile iPad Mini)? Mai dire mai.

iPad Mini 2021 Touch ID
© Apple
Ti potrebbe interessare