Cyberflashing: inviare immagini piccanti via AirDrop sarà reato

Inviare immagini osé via AirDrop in Regno Unito sarà un reato penale, punibile con una reclusione fino a due anni.

Una nuova proposta di legge in corso d’approvazione in Regno Unito intende affrontare il problema del cosiddetto Cyberflashing, cioè l’invio di immagini con contenuto esplicito attraverso la funzione Airdrop o Bluetooth degli smartphone, o sulle app di messaggistica.

Secondo un recente studio pubblicato negli USA nel 2020, il 76% delle ragazze di età compresa tra 12 e 18 anni ha ricevuto almeno una immagine esplicita non richiesta  sul proprio smartphone; e uno studio analogo condotto in UK conferma il trend, con più del 40 per cento delle donne tra i 25 e i 35 anni che dichiara di aver ricevuto almeno un’immagine non richiesta di appendici pendule.

Presto però questo tipo di comportamento sarà considerato un reato penale vero e proprio, punibile con due anni di reclusione, almeno in UK. L’annuncio è giunto attraverso un tweet del Ministro di Giustizia britannico. E ovviamente, non si intende soltanto AirDrop, ma qualunque mezzo informatico incluso il Bluetooth; e la legge copre non solo le foto, ma anche i video, i siti web, le coordinate GPS e molto altro.

La notizia non rappresenta una novità assoluta nel panorama giuridico, e disegni di legge analoghi sono stati presentati anche in molti altri paesi del mondo, inclusi gli USA. Ne parlavamo tempo addietro, ma è la prima volta che dalla proposta si passa ad una legge vera e propria.

Bloccare il Cyberflashing su iPhone

Per impedire a qualcuno di inviarvi immagini indesiderate su iPhone, dovete porre delle limitazioni a AirDrop. Aprite Impostazioni → Generali → AirDrop e infine scegliere tra le opzioni “Ricezione non attiva” o “Solo contatti.”

Se lasciate l’opzione “Tutti” chiunque nelle vicinanze di inviarvi contenuti, espliciti e non. Meglio evitare, dunque.

Ti potrebbe interessare
Crucial BX500 480GB: sostituisce l’HD del Mac con un SSD
Accessori Apple

Crucial BX500 480GB: sostituisce l’HD del Mac con un SSD

Se hai bisogno di sostituire il vecchio HD del Mac con un più performante SSD, questa è l’occasione che cercavi. Il Crucial BX500 da 480GB costa solo 48€ e ha super prestazioni. In alternativa, puoi infilarla in un economico case USB da 2,5″ (se ne trovano a 10€ su Amazon) e trasformarlo in un SSD