Google Chrome batte Safari, Firefox e IE7

Gli ingegneri che lavorano a Google Chrome lo avevano pur detto: Chrome è svariate volte più veloce della concorrenza nell’esecuzione del codice Java Script, quello alla base delle famose Google Docs, Gmail e molte altre Web App. Tempi di caricamento rapidissimi, leggerezza e massima responsività promettono di dare battaglia agli altri browser, Firefox, Safari ed


Gli ingegneri che lavorano a Google Chrome lo avevano pur detto: Chrome è svariate volte più veloce della concorrenza nell’esecuzione del codice Java Script, quello alla base delle famose Google Docs, Gmail e molte altre Web App. Tempi di caricamento rapidissimi, leggerezza e massima responsività promettono di dare battaglia agli altri browser, Firefox, Safari ed Internet Explorer in testa.

Sebbene basato su WebKit, il motore di rendering Open Source alla base di Safari, Chrome non integra l’interprete Java Script di Safari, SquirrelFish, ma una nuova implementazione – denominata V8 – ridisegnata dalle fondamenta da un team specializzato per rendere più performanti le sempre più complesse applicazioni Web.

Google offre una pagina in cui invita ad eseguire 5 benchmark sul Java Script e, a giudicare dai risultati dei test, sembra proprio che Chrome surlcassi agevolmente Safari, Firefox ed infine Internet Explorer 7 in tutti i test eseguiti. E se ad esempio Chrome ha terminato il SunSpider JavaScript benchmark in appena 1.791 millisecondi, Firefox 3 ce ne ha messi quasi il doppio. Certo, una cosa sono dei singoli test, condotti in ambienti controllati, e un’altra è il mondo reale, con le sue applicazioni o pagine Web.

La sensazione, tuttavia, è che le promesse siano veritiere e che con un po’ di lavoro (ad esempio, la attuale mancanza del supporto agli RSS o la lacunosa gestione dei preferiti) Chrome possa in poco tempo arrivare seriamente a strappare consensi e market share agli avversari.

[Via Ars Technica]

Ti potrebbe interessare
iFixit smonta il nuovo iPod touch 5G
iPod touch

iFixit smonta il nuovo iPod touch 5G

iFixit non poteva certo esimersi dal mostrarci cosa si nasconde all’interno del nuovo iPod touch 5G e come al solito ha provveduto a smontare pezzo per pezzo uno dei primi esemplari in commercio.L’apertura del nuovo iPod touch non è affatto semplice, poiché non sono presenti viti a vista. Occorre scaldare i bordi per sciogliere la

OpenCL è stato ratificato
iPhone

OpenCL è stato ratificato

Avevamo già riportato il vigore con cui Apple sta spingendo su OpenCL, la tecnologia royalty-free e cross-platform che consente alle moderne CPU di lavorare in parallelo, e se soltanto 20 giorni fa le specifiche erano state approntate, oggi vengono ufficialmente ratificate in tempi record.A darne notizia è il Khronos group, il consorzio che gestisce direttamente