Psystar usa l’antitrust contro Apple

Ancora news da Psystar, la società che ha prodotto e messo in vendita i Mac-cloni e che è stata citata in giudizio da Apple all’inizio di Luglio. Dopo l’adozione di una dura linea difensiva con la scelta dello studio legale Carr & Ferrell LLP, arrivano altre dichiarazioni che svelano la strategia scelta da Psystar per


Ancora news da Psystar, la società che ha prodotto e messo in vendita i Mac-cloni e che è stata citata in giudizio da Apple all’inizio di Luglio. Dopo l’adozione di una dura linea difensiva con la scelta dello studio legale Carr & Ferrell LLP, arrivano altre dichiarazioni che svelano la strategia scelta da Psystar per difendersi dal duro attacco di Apple.

I legali della controversa società hanno dichiarato che il caso Psystar non è così semplice come mostrato da Apple e, a complicare la causa, entreranno in gioco le leggi antitrust. La difesa proverà infatti a dimostrare che Apple detiene un monopolio controllando il proprio software e limitando di conseguenza la libera concorrenza nel mercato hardware.

Questa strategia difensiva era l’unica possibile per Psystar e anche i legali di Cupertino ne erano consapevoli. Il lungo periodo di preparazione antecedente la citazione in giudizio e la scelta di legali con esperienze in cause antitrust come James Gilliland Jr. ne sono la conferma.

Allo stato attuale delle cose l’esito di questa causa è diventato di importanza vitale anche per Apple che vede a rischio la licenza di distribuzione di Mac OS X. Una sentenza sfavorevole per la società di Cupertino potrebbe rappresentare uno scomodo precedente e portare altre società a seguire la scia di Psystar.

[via | MacNN]

Ti potrebbe interessare