COOKOO, l’orologio Bluetooth Smart connesso ad iOS

Dopo il Pebble e in attesa che arrivi l’iWatch di Apple, ecco COOKOO. Lo smartwatch per iOS presentato al CES 2013.

C’è poco da fare, il 2013 rischia di diventare l’anno degli orologi intelligenti e perennemente connessi ad iOS. Dopo il pionieristico Pebble in e-paper, che si è già garantito 10 milioni di dollari di pre-vendite, e in attesa dell’iWatch Apple-Intel, al CES 2013 è stato presentato il COOKOO. Si tratta di uno smartwatch in grado di interfacciarsi coi nostri dispositivi mobili grazie al Bluetooth 4.0 low-power.

Alla pagine del sito KickStarter dedicata al progetto, sono elencate le feature complessive del gingillo, configurabili grazie ad un’app gratuita già disponibile su App Store. Eccole nel dettaglio:

  • Segnalazione chiamate in arrivo
  • Chiamate perse
  • Notifiche Facebook, messaggi e post
  • Promemoria Calendario
  • Segnala quando un dispositivo (iPhone, iPad, etc.) è fuori portata del Bluetooth
  • Segnala quando un dispositivo (iPhone, iPad, etc.) è quasi scarico

In più, è possibile configurare un pulsante per attivare una funzionalità specifica, come ad esempio il check-in su Facebook (ma presto il supporto sarà esteso ad altre app), lo scatto di una fotografia, la condivisione di una mappa o perfino per ritrovare l’iPhone (allo scopo, viene generato un suono prolungato). Il tutto alimentato da una comune batteria a bottone che garantisce un anno di autonomia ininterrotta.

Il COOKOO è compatibile con iPhone 5, iPhone 4S, iPad mini, iPad di terza e quarta generazione, iPod touch di quinta, sarà disponibile in 5 diversi colori e costerà 129$. Per quanto concerne il funzionamento nel mondo reale, gli early-adopter affermano che tenda un po’ a perdere il segnale e disconnettersi dall’iPhone; il produttore, comunque, ha già promesso un aggiornamento software che dovrebbe risolvere definitivamente la faccenda. Qui di seguito, subito dopo il salto, il video di presentazione. Buona visione.

Ti potrebbe interessare
Studio Display, un update migliora la qualità della webcam
Software Apple

Studio Display, un update migliora la qualità della webcam

Mac Studio e Studio Display sono stati i protagonisti assoluti dell’evento Peek Performance dell’8 marzo. A molti mesi dal debutto, tuttavia, se il computer desktop ha raccolto ottimi giudizi, lo stesso non si può dire per il display esterno a causa della scarsa qualità della sua webcam. Il problema tuttavia è stato risolto con un recente aggiornamento.Con