Shrook: un nuovo modo di intendere il feed

Shrook è un feed reader freeware che offre alcune caratteristiche avanzate che lo rendono un software davvero innovativo. Innanzitutto possiede un’interfaccia grafica che è una via di mezzo tra iTunes e il Finder vista colonne. I feed sono chiamati Channel e sono raccolti in una Library. Oltre ai normali gruppi in cui è possibile raccogliere


Shrook è un feed reader freeware che offre alcune caratteristiche avanzate che lo rendono un software davvero innovativo.

Innanzitutto possiede un’interfaccia grafica che è una via di mezzo tra iTunes e il Finder vista colonne. I feed sono chiamati Channel e sono raccolti in una Library. Oltre ai normali gruppi in cui è possibile raccogliere insiemi di feed, si possono creare degli Smart Group impostando dei filtri che agiscono su tutti i feed sottoscritti secondo criteri che vanno dal titolo del post, il testo, l’autore e la data.

Una delle funzionalità più interessanti è la possibilità di creare un Learning Group, ovvero un gruppo di articoli scelti automaticamente da Shrook grazie ad un filtro Bayesiano (usato spesso anche nella lotta antispam). E’ sufficiente una breve impostazione preliminare (eliminando i post sgraditi in una lista di 40 post) e poi, nell’uso normale ma non obbligatoriamente, indicare per ogni articolo proposto se si tratta di un Good Example o di un Bad Example. In questo modo il Learnig Group apprenderà da solo quali articoli includere in futuro. In sostanza si tratta di una comodissima funzionalità per creare uno Smart Group senza impostare nessuna regola. In questo modo non si rischia di restringere troppo l’insieme dei post visualizzabili ma allo stesso tempo si ha la certezza di non visualizzare post non significativi. Ma non è tutto:

Creando un account su shrook.com si può lasciare che Shrook sincronizzi i feed che saranno consultabili anche via web (e quindi anche quando non abbiamo a disposizione un Mac). Inoltre Shrook è molto più veloce degli altri feed reader e mostra i nuovi post con un ritardo di soli 5 minuti dalla pubblicazione. E’ compatibile con i formati RSS e Atom e permette di salvare i post in uno o più Scrapbook che permettono, ad esempio, di raccogliere una serie di post interessanti per una futura lettura approfondita. Tutti i gruppi e gli scrapbook sono rinominabili a piacere.

Shrook non ha bisogno di un browser per visualizzare il contenuto dei post ed è anche possibile bloggare usando un blog editor (come ad esempio ecto) direttamente da Shrook.

Due opzioni importanti nelle Preferenze permettono di impostare la permanenza in memoria dei post (1, 3, 7, 14, 30 giorni o per sempre) e di visualizzare nell’icona del Dock il numero di nuovi elementi arrivati (con la stessa grafica delle nuove e-mail di Mail) oltre la ricezione di una notifica tramite Growl.

Shrook consente l’esportazione e l’importazione di file OPLM (lo stesso formato di Google Reader, ad esempio) e permette l’importazione da NetNewsWire. Infine, anche se solo in lingua inglese, è disponibile una Channel Guide che suggerisce alcuni feed interessanti (che è possibile aggiungere a quelli sottoscritti in un click) ed è costantemente aggiornata.

[via]

Ti potrebbe interessare