MacBook Pro e Air 2020, problemi con i dispositivi USB 2.0

A quanto pare, i MacBook Pro e Air del 2020 hanno problemi di compatibilità con i dispositivi USB 2.0, quando c'è un hub di mezzo. Ecco la soluzione in attesa di un update software.

Le ultime generazioni di MacBook Pro e MacBook Air hanno un difettuccio parecchio seccante: quando sono connessi ad un hub USB, hanno problemi a far funzionare correttamente i dispositivi USB 2.0. Nessun problema invece con USB 3.0.

I problemi sono di varia natura, e spaziano dalla momentanea perdita di connessione al blocco totale della periferica USB 2.0. Non è chiaro cosa causi la défaillance, ma l'unica certezza è che prima o poi si verifica. E ovviamente, non c'è reset SMC, safe mode, riparazioni disco o ripristini di sistema che tenga; neppure la sostituzione del Mac si è rivelata risolutiva.

Un utente su Reddit ha fatto qualche indagine, e ha scoperto che il fenomeno si manifesta sempre con un determinato tipo di hub:

"Apple ha problemi con USB 2.0 o a livello di chipset o per un bug di Catalina, riguardo la gestione e l'aggiornamento dei dispositivi USB 2.0.
Tuttavia c'è una scappatoia.
Gli hub USB-C variano nelle funzionalità, e ne esistono di due tipi:
1. Hub USB che sono proxy trasparenti (Anker, Satechi e StarTech)
2. Hub USB che sono proxy terminali (CalDigit, hub integrato in display di marca sconosciuta)

I proxy trasparenti prendono l'input USB 2.0 e lo presentano come 2.0 al MacBook Pro; a quel punto, il Mac o Catalina fanno qualcosa di sbagliato, e i dispositivi USB 2.0 vanno in blocco (dopo ore o minuti dal collegamento).
I Proxy terminali invece prendono l'input USB 2.0, lo terminano, e lo presentano come un nuovo input USB 3.0 al MacBook Pro. Tutto funziona a meraviglia in questo scenario."

La fregatura è che gli hub USB trasparenti sono la maggioranza di quelli in circolazione (perché sono i più economici) e soprattutto non c'è modo di sapere a priori se l'hub che vi interessa abbia le caratteristiche di Proxy terminali. Dunque, in attesa che Apple metta mano alla cosa con un update software, l'unica soluzione è: collegare le periferiche direttamente al Mac, o in alternativa propendere per un hub CalDigit. Tertium non datur.

Acquista su Amazon:


CalDigit TS3 Plus - Thunderbolt Station 3 (0.7m) - Carica 85 W, 7 Porte USB 3.1, USB-C Gen 2, DisplayPort, Slot Scheda SD UHS-II, LAN, Uscita Ottica, per Mac + PRO 2016+ E PC Windows (Space Grey) a 269€

  • shares
  • Mail