Apple Pay sui mezzi pubblici: addebiti errati con "Carta rapida"

La modalità Carta Rapida di Apple Pay consente di pagare la corsa in metro e sul bus in modo più rapido, senza doversi autenticare con Face ID o Touch ID. Ma sta creando qualche addebito indesiderato.

Nella metro di New York -e lo precisiamo subito: è l'unico caso al mondo per ora- si sono verificati problemi di addebiti errati o ripetuti sugli iPhone e Apple Watch di "dozzine di utenti." Pare che ciò avvenga perché i terminali ai tornelli addebitino la corsa via Apple Pay anche quando non dovrebbero.

Ci sono due modi per acquistare il biglietto dei mezzi pubblici con Apple Pay: la modalità classica, supportata anche in Italia, che prevede l'autenticazione con Face ID, Touch ID o codice prima del pagamento; e quella Carta Rapida che invece richiede solo di avvicinare il telefono al terminale.

In qualche caso, tuttavia, la metropolitana di New York ha addebitato la corsa su Apple Pay nonostante gli utenti avessero pagato già con la classica MetroCard. Pare che ciò abbia a che fare con l'eccessiva sensibilità dei terminali tap-and-go, tant'è che MTA sta già lavorando con Apple per tentare di capire come risolvere la questione degli "addebiti indesiderati quando è attiva la modalità Carta Rapida."

"Tengo sempre la borsa lontana dall'aggeggio, quando passo ai tornelli" spiega una signora; e un altro: "Ho Carta Rapida attivato da anni su iPhone, da quando andai a Vancouver, e non ho mai avuto problemi fino ad ora." Ma ora evidentemente qualcosa non va, e il sistema dovrà essere messo a punto.

Sottolineiamo che la faccenda riguarda esclusivamente i dispositivi che hanno attivato la modalità Carta Rapida e limitatamente alla metro di New York; qui da noi, nessun problema, anche perché Carta Rapida non è ancora supportata. Per risolvere nell'immediato, soprattutto per chi avesse in programma una capatina al di là dell'Atlantico, consigliamo di disattivare Carta Rapida in Impostazioni > Wallet e Apple Pay > Carta rapida trasporti.

  • shares
  • Mail