iCloud scoppia? Ottimizzate lo spazio

Se il vostro cloud scoppia di dati, avete due strade davanti a voi: pagare Apple per un abbonamento, oppure ottimizzare lo spazio iCloud.

Connessione lenta? Vi preoccupa la privacy? State pensando di passare ad iPhone 11? iCloud vi rampogna perché è finito lo spazio e non vi va di tirare fuori il portafogli? Se la risposta a qualunque di queste domande è sì, allora è giunto il momento di mettere mano alle impostazioni di iCloud, ottimizzando quel che viene copiato online.

Un po' perché è davvero utile, e un po' perché di hardware se ne vende sempre meno e dunque si spingono i servizi per migliorare il fatturato. Fatto sta che Apple preme molto affinché utilizziate iCloud il più possibile. Ma ci sono alcune operazioni che potete fare per ridurre i rischi collegati alla privacy (ad esempio, limitando il numero di app che salvano dati su iCloud), risparmiando al contempo spazio, noie e soprattutto di dover pagare un abbonamento a parte.

Gestire Backup iCloud


Per verificare quanto spazio viene utilizzato nei backup di iCloud, toccate Impostazioni > [Nome e Cognome] > iCloud > Gestisci spazio; attendete qualche istante, dopodiché toccate Backup.

In questa sezione sono presenti tutti i dispositivi di cui è stata fatta una copia di sicurezza, e quanto spazio occupa ognuna di esse. Se avete dispositivi secondari di cui il backup è meno importante, potreste eliminarlo da qui, accedendo dal dispositivo in questione e premurandovi di effettuare per lo meno un backup su iTunes di in tanto. Esistono app automatiche che vi levano l'assillo di doverlo fare a mano.

Toccando ogni singolo backup, potete capire quanto occupano i dati di ognuna delle app incluse.

Gestire App su iCloud


In Impostazioni > [Nome e Cognome] > iCloud > Gestisci spazio invece potete scorrere l'elenco, e decidere quali app possano accedere ad iCloud e quali no; ciò ha due effetti collaterali positivi: da una parte impedisce che i dati che vi stanno più a cuore escano dal vostro telefono e siano alla mercé di chiunque trovi il modo di scardinare la sicurezza Apple; dall'altra, impedisce che vengano caricati dati di cui non vi importa nulla.

Facciamo un esempio. Se vi secca che, per ragioni di privacy, i dati dell'app Salute stiano su iCloud, disattivate tranquillamente la voce Salute; se, per la comodità di avere le medesime conversazione su tutti i vostri dispositivi Apple, preferite che gli iMessage vengano caricati su iCloud, attivate l'interruttore. Semplice e indolore.

Forse potrebbe interessarti anche:
Apple ID bloccato: cosa fare per rimetterlo in funzione
Condividere i file tra Mac/PC e iPhone, con iCloud Drive o AirDrop
iCloud, 2TB di spazio gratis per un mese (ma non per tutti)
Alternative ad iCloud: le stesse feature a costo zero

  • shares
  • Mail