Apple Car avrà il paraurti smart più geniale che abbiate mai visto


Image courtesy Motor1

Apple Car è ancora lungi dal diventare un prodotto reale, ma lo sviluppo dell'auto a guida autonoma sta tirando fuori tecnologie fantascientifiche che potrebbero seriamente migliorare la sicurezza e il confort durante la guida, se adottate su larga scala. Un esempio di ciò è il paraurti smart reinventato da Apple e brevettato di recente.

Dopo la tecnologia che riduce il mal d'auto, a Cupertino si sono concentrati su sicurezza alla guida e praticità durante le manovre, con un paraurti intelligente in grado di adattarsi alle diverse situazioni senza l'intervento diretto dell'utente.

Il paraurti rappresenta una linea fondamentale di difesa in caso di collisioni, ma non può essere grande a dismisura, altrimenti indebolisce la struttura del veicolo in altri contesti, e soprattutto può diventare difficile da gestire negli spazi ristretti. Apple, però, ha risolto il problema inserendo una struttura gonfiabile tra il paraurti e la scocca del veicolo. Ciò consente di aumentare l'assorbimento dell'urto in caso di incidente, e di ridurre al minimo l'ingombro per esempio durante una manovra di parcheggio.

Nella documentazione a corredo del brevetto si legge:

"Un veicolo include una porzione di scocca, un'apertura definita dalla porzione della scocca, e un paraurti estensibile posizionato nell'apertura e che risulta mobile rispetto alle altre porzioni di scocca, tra una posizione estesa o ritratta. Il paraurti estensibile include una struttura gonfiabile che causa l'estrusione del paraurti estensibile in posizione ritratta o estesa, in risposta al gonfiarsi e sgonfiarsi della struttura gonfiabile."

Ovviamente non è detto che questo ingegnoso (ma sospettiamo costoso) sistema implichi necessariamente l'arrivo di Apple Car nei prossimi anni, né che finisca sulle normali auto in tempi più brevi. Ma è interessante sottolineare come, tra alti e bassi, la mela continui a insistere sulla ricerca in campo automobilistico. E di sicuro, mai avremmo immaginato di finire a parlare di paraurti su queste pagine.

  • shares
  • Mail