Tanti auguri Mac mini: 4 anni senza neppure un aggiornamento

Sono passati ben 1.464 giorni debutto dell'attuale Mac mini a ottobre del 2014, vale a dire 4 anni, due giorni e qualche ora che non riceve l'ombra di un aggiornamento.

Coi suoi processori Intel Haswell dual-core di quinta generazione, massimo 16GB di RAM, fino ad un 1TB di disco flash, e una scelta della GPU limitata tra Intel integrata o HD Graphics 5000, il Mac mini è oggettivamente una macchina un po' datata.

Rispetto all'anno scorso, quando denunciavamo questo stesso stato d'abbandono, la situazione non è cambiato neppure di una virgola, nonostante il giuramento d'amore di Tim Cook. È il figlio negletto di Cupertino, scrivevamo 6 mesi fa, ma forse ora avrà anche lui il suo momento di riscatto.

Il piccolo della mela dovrebbe essere aggiornato entro la fine dell'anno; lo rivelano un importante analista, Ming-Chi Kuo, e Mark Gurman, giornalista molto ben ammanicato. Anzi, stando alle voci di corridoio, arriverà molto più che un semplice upgrade di specifiche, ma addirittura un "aggiornamento rivolto ai professionisti." Tradotto in soldoni, parliamo di specifiche nettamente migliori per processori e RAM (forse perfino opzioni quad-core?), a fronte di un importante rincaro dei prezzi; non è chiaro se ci sarà pure un re-design più sottile.

I nuovi modelli sono attesi in occasione di un evento speciale ancora da annunciare, assieme ad iPad Pro con Face ID, iMac aggiornati, e i nuovi MacBook o MacBook Air entry level.

La domanda che ci poniamo da settimane è dunque: quando si terrà questo benedetto keynote? Perché oramai le tempistiche sono molto strette; c'è da inviare gli inviti stampa, senza contare che Tim Cook ha in programma un intervento mercoledì prossimo a Bruxelles, presso la European Data Protection Conference.

Dunque, al momento, l'unica data papabile resta martedì 30 ottobre. Ma nel frattempo ci sarebbe pure il lancio di iPhone XR, con l'apertura dei pre-ordini domani 19 ottobre e l'inizio della commercializzazione il 26. Ed è difficile credere che Apple voglia oscurare le luci della ribalta di questo lancio con un evento contiguo. Insomma, se chiedete a noi, slitta tutto alle prime settimane di novembre.

  • shares
  • Mail