iPhone 6 e "Touch Disease", nuove grane per Apple

touch_disease_iphone6.jpg
Aggiornamento del 10 ottobre 2016, a cura di Giacomo Martiradonna

La Class Action statunitense contro Apple e il cosiddetto Touch Desease guadagna peso e importanza, ora che altre 3 società di consulenza legale si sono unite alla causa.

Il problema è che gli iPhone 6 difettano di una schermatura che a lungo andare avrebbe impedito problemi al display (barra lampeggiante in cima allo schermo), alle animazioni, alle funzionalità Touch. E mentre si rimpolpa la quantità di persone che partecipa alla causa di gruppo, un'altra Class Action è ufficialmente partita nello stato dello Utah.

Le accuse spaziano dalla frode al consumatore alla falsa dichiarazione negligente, fino a coprire ingiusto arricchimento e violazione della garanzia dovuta per legge. Potenzialmente, parliamo di migliaia di persone coinvolte e rimborsi milionari, soprattutto se -come sostiene l'accusa- esistono sul serio 5 Genius pronti a testimoniare che Apple è a conoscenza della cosa da tempo senza aver mai avvertito gli utenti.

Aggiornamento del 30 agosto 2016 - A cura di Rosario.

A pochi giorni dalla scoperta del "Touch Disease" che rende inutilizzabili iPhone 6 e iPhone 6 Plus, Apple è stata chiamata in causa da una class action, psoposta sabato scorso da alcuni possessori dei due modelli di smartphone incriminati.

A detta dell'accusa, i problemi di iPhone 6 e iPhone 6 Plus dovrebbero essere legati alla scelta di apple di non usare uno "scudo" metallico per proteggere le componenti più importanti del telefono, come invece fatto con iPhone 5. Nei documenti depositati presso la corte federale di San Jose, in California, si legge che gli iPhone in questione non sarebbero in grado di funzionare come smartphone proprio a causa di questo difetto.

Le accuse nei confronti di Apple vanno dalla frode alla violazione delle leggi sulla protezione dei consumatori in California, con l'obiettivo di ottenere un risarcimento per coloro che parteciperanno alla class action. Per il momento, Apple non ha commentato questo evento.

Via | Reuters.com

Epidemia iPhone 6, qualche consiglio per mantenerlo in salute

Post originale del 25 agosto 2016 - A cura di Giacomo Martiradonna.

All'interno di ogni iPhone 6 e 6 Plus su nasconde una bomba ad orologeria pronta ad esplodere, un problema latente dovuto forse alla progettazione i cui effetti iniziano a vedersi solo ora. Ecco cosa potete fare per prevenire o rallentare quanto meno l'insorgenza del difetto.

Perché accade

L'hanno ribattezzato Touch IC Disease, e consiste in una componente fondamentale del Touch Screen ancorata in modo non ottimale alla scheda logica; ciò si traduce in comandi Touch ciclicamente non funzionanti, fino a quando cessano di rispondere del tutto: è a quel punto che in cima allo schermo compare una barra grigia lampeggiante.

La cosa peggiore della vicenda è che non c'è nulla che i Genius possano fare in negozio: per riparare questo tipo di guasti occorre spedire il telefono ai laboratori nordeuropei.

Il fenomeno colpisce esclusivamente gli iPhone 6 e in particolar modo gli iPhone 6 Plus; gli iPhone 6s sono immuni per ragioni ingegneristiche: con l'ultimo modello, infatti, i chip Touch sono stati spostati nello schermo per gestire il 3D Touch.

Prevenire è meglio che curare

In attesa -e nella speranza- che Apple prenda a cuore la faccenda con un programma di riparazione gratuito fuori garanzia, esistono dei comportamenti virtuosi che potete mettere in campo per ritardare o evitare del tutto la comparsa del difetto:


  • Tenete l'iPhone in una custodia rigida

  • Non sedetevi sull'iPhone

  • Non tenete l'iPhone nella tasca posteriore dei pantaloni

Dopodiché incrociate tutto, e pregate che non tocchi anche al vostro. Per ora, però, i numeri continuano a salire.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: