Apple, 2 brevetti su stilo con tracciamento ottico e feedback tattile

Due nuovi brevetti Apple mostrano come, nonostante la filosofia dietro iPhone ed iPad, Apple continui a tenere aperte tutte le porte: si tratta infatti d’uno stilo per touch screen con innovative modalità d’interazione.


Nonostante l’avversione formale e sostanziale all’idea dello stilo in abbinamento al touch screen (ricordate? E’ stato il mantra di Jobs alla presentazione dell’iPhone originale), Apple sta continuando ad investire tempo e risorse sulla materia, apportando significative migliorie all’esperienza d’uso e alle funzionalità connesse con tale tecnologia. Lo rivelano due recenti brevetti, scoperti da Unwired View.

Il primo riguarda uno stilo dotato di accelerometri, sensori di pressione, giroscopio e fotocamera sulla punta:

In alcune varianti, uno stilo dispone d’un sensore ottico -ad esempio una telecamera- utilizzato per determinare la posizione e il movimento dello stilo relativamente alo schermo touch di un dispositivo di computing. E’ da apprezzare il fatto che, nonostante ciò, si possa utilizzare anche display non necessariamente di tipo touch. Lo stilo ottico può essere configurato per trasmettere la posizione e il movimento al dispositivo di computing. In alcune varianti, lo stilo ottico può essere configurato per processare e/o filtrare le informazioni di posizione e movimento prima della trasmissione, ma anche dati non filtrati.

Un altro brevetto, invece, copre una tecnologia di stilo in grado di restituire un feedback tattile che risulti estremamente naturale per l’utente:

Generalmente, i dispositivi di input non forniscono un feedback tattile in risposta alle interazioni dell’utente. L’utente di solito può soltanto avvertire la superficie rigida del touch screen, rendendo difficile scoprire icone, hyperlink, caselle di testo o altri elementi di input selezionabili sul display. Un dispositivo di input capace di generare feedback tattile può aiutare l’utente a navigare tra i contenuti mostrati a schermo, e può anche migliorare i contenuti di varie applicazioni creando un’interfaccia utente più realistica e accattivante. Con “Haptic feedback” si intende qualunque tipo di feedback tattile. Ad esempio, forze, vibrazioni e/o movimenti che possano essere avvertiti dall’utente.

Come al solito, vale la raccomandazione di sempre: un brevetto non sempre si trasforma in un prodotto reale. E’ interessante tuttavia che Cupertino lasci aperta ogni porta per il futuro.

Ti potrebbe interessare
Mac OS X Lion attiva Time Machine anche sui dischi locali
iPhone

Mac OS X Lion attiva Time Machine anche sui dischi locali

Anche Time Machine appare fra le varie novità che la beta di Mac OS X Lion ci ha svelato. Lo strumento di salvataggio automatico dei dati ha ormai guadagnato la capacità di lavorare anche in locale, su un hard disk interno.I salvataggi in questione vengono chiamati “Local Snapshots” e possono venire effettuati in background dal

Matrox Head2Go ora compatibile Mac
Accessori Apple Apple Book Mac

Matrox Head2Go ora compatibile Mac

Fino a 3 monitor su un Mac mini e addirittura 4 (compreso il display integrato) su un portatile. Questo è ciò che si può ottenere con i nuovi adattatori Matrox DualHead2Go e TripleHead2Go. Si tratta di schede video esterne che moltiplicano il numero di monitor sui quali estendere il desktop del proprio computer. Già da