Apple Watch, ecco le app che non vedrete mai

Sulle app per Apple Watch cala la mannaia di Cupertino. Ecco quali applicazioni non vedrete mai.


Alcune applicazioni semplicemente non arriveranno mai su Apple Watch. Di recente, Apple ha aggiornato le linee guida dell’App Store per impedire la proliferazione di titoli inutili o ridondanti. E c’è da ridere.

Sappiamo di darvi una cocente delusione, ma ci tocca farlo. Al punto 2.11 delle regole dell’App Store ora è chiaramente riportato che non saranno accettate applicazioni di “puzzette, rutti, flash e Kama Sutra.” E purtroppo non c’è niente da fare, visto che, al punto 8.1 è chiaramente riportato che le “app devono rispettare tutti i termini e le condizioni contenute nelle Linee Guida dell’uso del marchio Apple, del materiale coperto da Copyright e della Lista del Trademark Apple.”

Tant’è che sono iniziate già le prime bocciature, e non solo per le app-puzzetta, ma anche per tutte quelle che simulano in toto o in parte feature presenti nativamente sull’orologio. In particolare, c’è una regola che sta creando parecchio scompiglio tra gli sviluppatori, la 10.7:

Saranno bocciate le App per Apple Watch la cui funzione primaria è dare l’ora.

Per la stroncatura basta addirittura che l’app possieda un “quadrante di orologio, una funzionalità di orologio o qualsiasi qualcosa rassomigli ad un orologio.” E la ragione è semplice. Apple ha impiegato un numero gigantesco di risorse per creare la migliore esperienza possibile di lettura dell’ora sul proprio smartwatch e per perfezionare ognuno dei quadranti preinstallati.

Per questa ragione, nessuno sviluppatore di terze parti può creare quadranti aggiuntivi; e sebbene sia possibile personalizzare tanti aspetti dei quadranti esistenti, non si può neppure installare uno sfondo personalizzato. Esattamente come avveniva col primo iPhone, finché -dopo le praterie aperte dal Jailbreak- non sono state allentate un po’ le regole.

Ti potrebbe interessare