QR code per la pagina originale

MacBook Pro 2011, Class Action in arrivo per i malfunzionamenti della GPU

Ricordate i MacBook Pro del 2011? Quello col vizietto di fondere la GPU allo scadere della garanzia? Visto che Apple nicchia, negli USA gli utenti si stanno organizzando per la Class Action.

,

Alcuni MacBook Pro 2011 da 15″ e 17″ hanno un vizietto: tendono a smettere di funzionare correttamente subito dopo la scadenza della garanzia. Il problema è vecchio e oramai noto. In pratica, dopo un paio d’anni, la GPU discreta AMD perde colpi e inizia a mostrare artefatti e righe orizzontali, e talvolta disattiva completamente lo schermo, causando crash e riavvii indesiderati. Ne parlavamo giustappunto all’inizio del mese, e ora siamo giunto al punto di non ritorno: gli utenti inferociti si stanno coalizzando per tentare di mettere su un Class Action, e la nostra esperienza ci insegna che la cosa non finisce certamente qui. Anzi, potrebbero esserci conseguenze anche qui da noi.

Leggi anche: MacBook Pro 2011, aumentano i casi di malfunzionamento ma Apple nicchia

Il thread dedicato all’argomento sul forum di supporto Apple oramai ha raggiunto proporzioni davvero preoccupanti, con 526 pagine, 1.155.910 visualizzazioni e la bellezza di 7.878 repliche. E l’aspetto peggiore della faccenda è che non esistono palliativi né soluzioni permanenti, visto che il problema tende a ripresentarsi in seguito alle (costose) riparazioni con sostituzione della scheda logica.

Nel frattempo, è nato spontaneamente un gruppo su Facebook costituito da oltre 2.200 utenti, e su Change.org è spuntata perfino una petizione che ha raggiunto e superato le 10.000 firme. Era inevitabile, dunque, che si arrivasse al coinvolgimento dei legali.

Gli avvocati della Whitfield Bryson & Mason LLP di Washington DC hanno lanciato un sondaggio dedicato ai possessori dei famigerati MacBook Pro per chiedere loro un eventuale interessamento in un’azione in Tribunale, e sebbene la cosa rientri prettamente nella giurisdizione statunitense, è evidente che una volta convinta Apple in madre patria, ci si possa aspettare un programma di riparazione gratuita a livello mondiale con rimborsi per chi ha sostenuto già altre spese.

Tutto dipenderà dagli avvenimenti futuri; e non è detto che Apple voglia farsi trascinare in una querelle legale contro i suoi clienti, logorante soprattutto a livello d’immagine. Vi aggiorneremo non appena ci saranno novità.

MacBook Pro 2011 – Malfunzionamento

Leggi anche: Le GPU dei MacBook Pro 2011 fuori uso allo scadere della garanzia