Adobe ad Apple: “Le nostre idee sul libero mercato”

Se non vi fosse sembrata abbastanza la risposta del CEO di Adobe alla lettera aperta Steve Jobs, a tema Flash su iPhone, ecco pane per i vostri denti.Scimmiottando in pieno quanto fatto da Jobs sul sito Apple (il loro pezzo si intitola: “Le nostre idee sul libero mercato”, come quello di Steve si apriva con:


Se non vi fosse sembrata abbastanza la risposta del CEO di Adobe alla lettera aperta Steve Jobs, a tema Flash su iPhone, ecco pane per i vostri denti.

Scimmiottando in pieno quanto fatto da Jobs sul sito Apple (il loro pezzo si intitola: “Le nostre idee sul libero mercato”, come quello di Steve si apriva con: “Idee su Flash”), i fondatori di Adobe – Chuck Geschke e John Warnock – hanno usato una pagina del sito ufficiale della loro azienda per fare il loro punto sulla diatriba in corso, che non accenna minimamente a placarsi. Questo, sebbene si sia ormai ampiamente compreso che Apple non cederà alla tecnologia proprietaria di Adobe sui suoi dispositivi mobili.

Il messaggio è chiaro: “per quanto amiamo Apple, amiamo ancora di più la nostra libertà d’iniziativa, in un libero mercato”. I sistemi “chiusi” sembrano un vero e proprio “spauracchio” per i due, che hanno colto l’occasione per presentare una nuova campagna pubblicitaria, basata proprio sui concetti espressi nella lettera:

“Siamo sicuri che Apple, con un approccio opposto al nostro, abbia intrapreso una strada che può compromettere la prossima era del web, l’era in cui i dispositivi mobili supereranno quelli fissi. Un’era in cui ogni individuo può essere un editore e i contenuti possono essere fruiti in qualunque luogo e in qualunque momento”.

Ti potrebbe interessare