MacBook Pro Metà 2012 nella lista dei prodotti Apple obsoleti

Il MacBook Pro Metà 2012, l'ultimo dotato di SuperDrive integrato, entra nella lista dei prodotti Apple obsoleti.
Il MacBook Pro Metà 2012, l'ultimo dotato di SuperDrive integrato, entra nella lista dei prodotti Apple obsoleti.

Il MacBook Pro Metà 2012 da 13″, l’ultimo dotato di SuperDrive integrato, è ufficialmente entrato nella lista nera dei prodotti Apple vintage o obsoleti. Ciò significa che non potrete più ricevere assistenza, neppure a pagamento.

Rilasciato a giugno 2012, il MacBook Pro 2013 aveva le seguenti caratteristiche:

  • Display 13″ con  risoluzione di 1280×800 pixel
  • Processore Intel Core i5 dual-core a 2,5GHz o Core i7 dual-core a 2,9GHz
  • 4GB di memoria configurabili fino a un massimo di 8GB
  • Disco rigido da 500GB configurabile con unità a stato solido fino a 512GB
  • Intel HD Graphics 4000
  • Uscita Mini DisplayPort, MagSafe, Gigabit Ethernet, FireWire 800, Due porte USB 3 (fino a 5 Gbps), Porta Thunderbolt (fino a 10 Gbps), Ingresso/uscita audio, Slot SDXC card, Slot per cavo di sicurezza Kensington
  • SuperDrive 8x

Era l’ultimo della sua stirpe a includere un lettore ottico: dopo di lui, infatti, il SuperDrive è sparito per sempre dal catalogo Apple. Tuttavia, fu una macchina incredibilmente longeva perché aveva feature hardware che permettevano di divertirsi col modding. Una delle modifiche più diffuse su questo tipo di macchine consisteva infatti nella rimozione del drive ottico per infilare al suo post un’unità SSD. In questo modo si aveva l’equivalente di un Fusion Drive casereccio, con costi davvero irrisori. Era a tutti gli effetti l’ultimo MacBook Pro realmente aggiornabile.

Rimase in vendita fino ottobre 2016, come opzioni low-cost affiancata al più sottile MacBook Pro Retina, per poi sparire per sempre dai radar. E ora, a distanza di quasi 7 anni, Apple l’ha incluso nella lista dei dispositivi vintage o obsoleti. Ciò significa che non saranno più prodotte parti di ricambio, né sarà possibile portarlo in Apple Store in caso di bisogno. Insomma, per le riparazioni dovrete arrangiarvi col fai da te, una buona dose di intraprendenza e siti di aste online per reperire la componentistica usata.

Un piccolo gioiello di tecnologia che ora torna in vita, per lo meno nello spirito e nel design, coi nuovi MacBook Pro 14″ e 16″.

 

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti