Un brevetto porta MagSafe sui dispositivi iOS


Il giorno in cui ci libereremo dell'odioso connettore a 30 pin dei dispositivi iOS non arriverà mai troppo presto, ma forse questa potrebbe essere la volta buona. Un brevetto depositato circa un anno fa da Apple e trapelato oggi sul Web descrive l'uso di un connettore MagSafe su iPhone, iPad ed iPod touch.

In molti ricorderanno con tenerezza la presentazione del MagSafe, nel lontano 2006. A prescindere dalla goffaggine degli utenti -o, secondo la personale teoria di chi scrive, la paranormale attitudine a cadere dei dispositivi Apple- da quel momento in poi inciampare su un cavo non produceva più danni da centinaia di Euro. La speciale presa magnetica, infatti, possiede la forza strettamente necessaria ad effettuare una salda connessione, ma non quella di scagliare un intero MacBook sul pavimento. Se non è una rivoluzione questa, poco ci manca.

E il bello è che il sogno potrebbe avverarsi anche per i dispositivi iOS, con diverse e interessanti variazioni sul tema. Ad esempio, in luogo di una reiterazione della solita minestra, Apple potrebbe decidere di produrre un mini-connettore Thunderbolt magnetico in grado di trasferire corrente, dati e flussi audio/video. Difficile dire se questo brevetto vedrà mai le luci della ribalta, non foss'altro che per l'imminente lancio di iCloud e dell'inevitabile moda del tutto-wireless che ne conseguirà. Il brevetto in questione, numero 7.997.906, riporta in calce le firme di Chris Ligtenberg, John DiFonzo e Bret Degner.

Vota l'articolo:
3.67 su 5.00 basato su 6 voti.  

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO