Apple interessata al portafoglio di brevetti Nortel

Nortel vende all'asta il suo portafoglio di brevetti

Nortel è da più di un secolo una delle principali compagnie del mondo delle comunicazioni. Detentrice del brevetto del telefono di Alexander Graham Bell (lo stesso che soppiantò il telettrofono di Antonio Meucci), la società americana è in possesso di un ricco portafoglio di circa 6000 brevetti relativi alla telefonia e alle comunicazioni in genere. Dopo un periodo economicamente difficile -Nortel sfiorò la bancarotta nel 2009-, la società ha deciso di vendere all'asta i diritti sui suoi brevetti. Da subito Google e RIM hanno espresso il proprio interesse e adesso la stessa Apple si è aggiunta alla lista dei possibili acquirenti.

Il valore dell'intero portafoglio di brevetti della Nortel è valutato a un miliardo di dollari (circa 700 milioni di euro). Una cifra enorme che queste società pagheranno volentieri per rinforzare il loro peso sul mercato. I brevetti sono infatti usati come speciale arma nella battaglia fra le grandi società tecnologiche: merce di scambio o tema di contesa.

Questo è particolarmente vero nel mondo della telefonia mobile e dei sistemi operativi per dispositivi mobili. I brevetti sono doppiamente importanti perché sono armi per mettere pressione alla concorrenza. Infatti, se escludiamo il recente accordo fra Apple e Nokia, quasi tutte le società sono in causa con Apple relativamente a diversi brevetti. L'ultimo episodio di questa guerra ha visto impegnate Apple e Samsung che si accusano a vicenda di aver copiato i prodotti per le varie serie di dispositivi mobili, dagli iPhone agli iPad, passando per Galaxy e Galaxy Tab.

[Via Bloomberg]

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: