Jailbreak iOS 7, Evasi0n sblocca anche iPhone 5s e iPad Air

Finalmente, e un po' a sorpresa, ecco che sul Web compare uno strumento di jailbreak per iPhone, iPad e iPod touch anche di ultimissima generazione. Funziona ma non convince: sembra pensato più per il mercato cinese.

evasi0n_ios_7

Evasi0n, il popolare tool di sblocco dei dispositivi mobili con la mela, è stato aggiornato e reso compatibile con iOS 7.0 in tutte le sue salse, compreso iOS 7.0.4. È in grado di effettuare un jailbreak di tipo untethered (cioè permanente, senza bisogno di ricollegare il dispositivo al computer dopo ogni riavvio) su tutti gli iPhone, gli iPad e gli iPod touch, compresi quelli di ultima generazione come iPhone 5s, iPhone 5c, iPad mini con display Retina e iPad Air. Grazie ad esso, è possibile installare app piratate, temi, tweak e funzionalità che originariamente non erano previste; qualcosa, però non torna.

Le prima stranezze sono state cinguettate su Twitter da Jay Freeman, l'amministratore e creatore di Cydia. Innanzitutto, non sapeva nulla di questa notizia fin quando non è divenuta di dominio pubblico; poi, la build di Cydia che viene installata non è l'ultima ma un'altra non ufficiale che potrebbe creare incompatibilità e chissà che altro tipo di problemi con le repo e il software esistente (anche se per ora non sembra questo il caso). Quel che più spaventa, tuttavia, è che viene installato di default un nuovo app store alternativo chiamato Taig, dedicato alle app piratate e evidentemente nato in Cina e pensato per il mercato cinese.

Stando a quel che ha rivelato l'hacker i0n1c, sembra addirittura che una società cinese abbia pagato il team di sviluppo Evad3rs 1 milione di dollari per rilasciare un tool in tempi rapidi e predisporre l'installazione automatica del Taig app store su tutti i dispositivi; sarà per quello che Evad3rs Team ha pubblicato su Internet una lettera aperta ai jailbreaker in cui tenta di tranquillizzare la community:

Taig non ci ha mai chiesto di rilasciare a loro le falle che abbiamo scoperto, men che meno di rivendergliele. Ci hanno semplicemente chiesto di abbinare il loro app store di terze parti in Cina con le stesse modalità con cui distribuiamo Cydia in tutto il mondo come App Store aggiuntivo; è esattamente quel che abbiamo visto in passato con jailbreak tipo blackra1n che abbinavano store diversi da Cydia.

Tra l'altro, pare perfino che gli sviluppatori siano stati turlupinati: in teoria, almeno a livello contrattuale, Taig aveva promesso di non distribuire software piratato, ed ecco perché, se le cose non cambieranno in tempi rapidi, si sta valutando perfino di epurarlo definitivamente. In ogni caso, nulla vieta di disinstallare Taig e lasciare soltanto Cydia, a jailbreak ultimato.

Trovate Evasi0n per OS X e Windows su questa pagina Web. Il nostro consiglio, però, è di aspettare ancora qualche giorno per assistere agli sviluppi: quel tanto che basta per dare agli smanettoni il tempo di frugare un po' tra le pieghe del codice.

  • shares
  • Mail